Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento



Prende il via il percorso programmatico di MONDOVI’ in MOVIMENTO in vista delle Elezioni Amministrative 2017 0

Posted on giugno 29, 2016 by MoMo

Mondovì in MovimentoAlle ore 21.00 di questa sera – mercoledì 29 giugno – presso la Sala Franco Centro della Stazione FS di Mondovì, si terrà il primo incontro di approfondimento programmatico in vista delle Elezioni Amministrative 2017.

Un incontro aperto non solo a chi vuole impegnarsi in prima persona nella prossima campagna elettorale candidandosi nelle liste di MONDOVI’ in MOVIMENTO o, anche solo, collaborando all’organizzazione della stessa, ma a chiunque abbia idee, proposte, suggerimenti per Mondovì, poblematiche da segnalare o specifici temi da analizzare.

Nel primo confronto di questa sera decideremo insieme come organizzare le attività future e suddividerci i compiti.
Ovviamente, visto il lungo periodo che ancora ci divide dalla prossima tornata elettorale e il quadro politico non ancora definito, ognuno sarà libero di condividere questo  percorso, aperto e condiviso, finchè lo vorrà e se ne sentirà rappresentato.
L’augurio è che sia fino al momento in cui gli elettori monregalesi saranno chiamati ai seggi per scegliere il nuovo prossimo sindaco di Mondovì.

MONDOVI’ in MOVIMENTO
 

Condividi su Facebook

Lettera aperta di Paolo Magnino al Sindaco di Mondovì, Stefano Viglione 0

Posted on febbraio 01, 2016 by MoMo

Lettera al Signor Sindaco Stefano Viglione

Paolo Magnino fotoIl prossimo anno scolastico comporterà due novità importanti per la nostra città.
Verrà inaugurato il Polo Scolastico, voluto dal Sindaco Viglione, opera pubblica costata alla città alcuni milioni di euro (a preventivo erano 7.500.000,00 di euro).
E’ terminata la costruzione di un edificio nuovo, nel quartiere di Piazza, già sede di tanti contenitori vuoti e in disuso. Un’opera che oltre 1300 monregalesi avevano chiesto, inutilmente, di non fare, firmando una petizione portata in Consiglio Comunale e bocciata dalla stessa maggioranza che guidava e guida la città.

Contemporaneamente, con un anno di anticipo (che combinazione!) sui tempi massimi fissati dalla legge, in città si costituiranno due istituti scolastici comprensivi che incorporeranno le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e medie spaccando in due la città: Altipiano e Via Cuneo da una parte, Ferrone, Breo, Carassone e Piazza dal’altra. Una divisione fatta per numeri e per iscritti nel rispetto delle leggi e della sicurezza.
Questa divisione ha portato alla scelta di individuare nel Polo Scolastico l’unico plesso per l’indirizzo musicale, fiore all’occhiello delle scuole medie cittadine.
E’ un bel cambiamento. Infatti fino all’anno scolastico 2015/2016 ogni famiglia poteva iscrivere il proprio figlio alle scuole medie di competenza territoriale (Altipiano, Breo o Piazza) e scegliere, se lo desiderava, di fargli seguire gratuitamente l’indirizzo musicale, con corsi, in tutti e tre i plessi, di pianoforte, violino, flauto traverso o chitarra. I posti erano limitati ma tutti potevano iscriversi, sostenendo un esame attitudinale di ammissione. Il fatto che i corsi fossero egualmente a disposizione in tutti e tre i plessi garantiva di fatto il diritto a tutti e non a pochi privilegiati.
L’apertura del nuovo Polo Scolastico, edificio nuovo e sicuro, comportava nei fatti anche la necessità di riempirlo. In origine, secondo una scelta di territorialità, a Piazza avrebbero dovuto salire i ragazzi delle scuole medie di Piazza, di Carassone e delle frazioni. Evidentemente, i calcoli fatti sull’utenza non erano adeguati.
Oggi la scelta qualifica maggiormente la nuova scuola e, nelle speranze dell’Amministrazione, garantisce per essa anche un numero di studenti adeguato. L’effetto collaterale, però, è che, senza la presenza di trasporti pubblici (non ci sono linee che arrivano in Piazza D’Armi) impone alle famiglie potenzialmente interessate all’indirizzo musicale ma residenti in quartieri diversi da Piazza di accompagnare (o “scarrozzare” come ha scritto qualcuno poco rispettoso delle fatiche quotidiane delle famiglie monregalesi) i ragazzi a scuola con la macchina.
Nei fatti buona parte dei futuri studenti di prima media saranno costretti a scartare la scelta dell’indirizzo musicale, per ragioni di tempo, di comodità, di scelte organizzative della propria famiglia. Si pensi, ad esempio, a chi ha magari già altri figli iscritti in una scuola diversa da Piazza: in questo caso iscrivere un figlio al musicale risulta sostanzialmente impossibile.

Peccato ! La grande opportunità di imparare uno strumento gratuitamente rimarrà un privilegio per pochi. Il Polo Scolastico di Piazza, insomma, si configura come una bella scuola, purtroppo destinata ad un’élite.
Davvero, il prezzo per salvare il progetto del Polo Scolastico (partito male, e su cui Lei ha giocato molta della Sua credibilità personale ) deve essere così alto ? Sindaco Viglione la scelta non è rivedibile, considerando i dieci anni, giudicati unanimemente positivi, di un percorso costruito su tutta la città ?
Perché negare l’accesso al corso musicale ai ragazzi dei quartieri bassi della città, togliendo loro un possibilità che era stata assicurata ai loro fratelli maggiori ?
Paolo Magnino

 

Condividi su Facebook
  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top