Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento



Al via il lavoro delle Commissioni per l’ideazione del programma del Patto Civico 0

Posted on dicembre 06, 2016 by MoMo

Commissioni aperte a chiunque voglia offrire il proprio contributo di idee, di progetti e di proposte, per disegnare insieme la Mondovì dei prossimi anni

paolo-adriano-somsSi è tenuto martedì sera presso i locali della S.O.M.S. di Piazza il primo incontro del gruppo “Patto Civico” dopo l’ufficializzazione del nome del candidato Sindaco alle prossime elezioni comunali di Mondovì, l’avvocato Paolo Adriano.
Obiettivo della serata è stato l’avvio del percorso di confronto sulle principali tematiche che andranno a costruire il programma amministrativo, con la costituzione di cinque Commissioni di lavoro e la raccolta delle disponibilità delle molte persone presenti in sala. Le Commissioni sono state inizialmente ideate raggruppando i temi programmatici per aree di lavoro il più possibile omogenee, così da permettere ad ognuno d’individuare quella, o quelle, di maggior interesse personale. Visto l’alto numero di adesioni, durante i primi incontri si renderà molto probabilmente necessario dividere alcuni gruppi in sottocommissioni più specifiche.

“Non possiamo che ritenerci più che soddisfatti della risposta ottenuta e delle molte disponibilità raccolte per l’avvio dei lavori dei vari gruppi” – afferma il candidato Sindaco Paolo Adriano. “Partire da una base di più di 70 cittadini disposti a dedicare parte del loro tempo a discutere e confrontarsi sul futuro della propria città è sicuramente un ottimo inizio, soprattutto di questi tempi. Mi riempe di gioia veder crescere giorno dopo giorno l’interesse e l’entusiasmo verso questo ambizioso e affascinante progetto che affronteremo con sempre più passione e determinazione.”

Le Commissioni sono aperte a chiunque voglia offrire il proprio contributo di idee, di progetti e di proposte, per disegnare insieme la Mondovì dei prossimi anni. Per informazioni e adesioni è possibile scrivere all’indirizzo e-mail pattocivico.mondovi@gmail.com o contattare i referenti delle varie forze componenti il Patto Civico.
 
p1040030

p1040037
 

Condividi su Facebook

La “rete delle associazioni” e una “metropolitana pedonale” 0

Posted on gennaio 20, 2016 by MoMo

Questi i progetti sui quali, mercoledì 20 gennaio, partirà l’attività del Gruppo di Lavoro “Sociale, Salute e Cultura” di MONDOVI’ in MOVIMENTO

Pedo MetròLa sera dell’11 gennaio si è svolto il primo partecipato confronto del Gruppo di Lavoro promosso da MONDOVI’ in MOVIMENTO su “Sociale, Salute e Cultura“, volto ad individuare gli argomenti d’interesse per la definizione di un progetto con finalità e obiettivi ben precisi. Dopo un lungo dibattito, in cui sono stati toccati alcuni temi generali e altri direttamente collegati alle attività del Comune e a quelle di cittadini e associazioni monregalesi impegnati in ambito culturale e sociale, sono emersi due “filoni” su cui sviluppare i lavori del gruppo.

1- La rete delle associazioni. Esiste la necessità di coordinare e sostenere la ricca galassia di gruppi attivi in città, sia nel sociale che in ambito culturale. L’obiettivo è quindi quello di costruire una proposta fruibile dall’amministrazione comunale per garantire loro maggiori assistenza e supporto istituzionale, anche attraverso l’ideazione di uno specifico “sportello” a cui rivolgersi per organizzare al meglio le varie iniziative ed attività, come eventi e manifestazioni. Uno sportello che aiuti concretamente chi si dà da fare per la città semplificando gli aspetti burocratici e affiancando gli organizzatori nella scelta degli spazi e delle date migliori per ogni singolo evento, nella gestione della sicurezza, nella ricerca di fondi,etc. Un servizio di coordinamento tra le varie associazioni locali che permetterebbe di rendere più efficiente ed efficace l’offerta culturale e associativa di Mondovì.
Questo progetto sarà sviluppato in tre step:
1) Elaborazione della proposta in ogni suo aspetto.
2) Presentazione della stessa ai rappresentanti delle varie associazioni per vagliarne il parere.
3) Organizzazione di una serata di presentazione con un testimonial, ovvero un incontro pubblico con chi ha già realizzato altrove una simile iniziativa.

2- Stili di vita. Ovvero la salute e il benessere che vanno a braccetto con la riappropriazione della città. Le idee da sviluppare sono l’ideazione di una metropolitana pedonale, ovvero una mappa con i tempi di percorrenza a piedi di vari itinerari cittadini. In questo contesto si provvederebbe alla riqualificazione di sentieri urbani che potrebbero essere puliti e resi accessibili in collaborazione con profughi, Protezione Civile, Alpini, Associazione Borgato, etc. e con l’installazione di cartelli e cartine alle “fermate” della pedometrò. Parallelamente si segnalerebbero gli eventuali problemi e criticità riscontrati cercando, se possibile, di risolverli.
Durante la serata è stata anche proposta l’organizzazione di un spettacolo di teatro sociale.

Il prossimo incontro si terrà il 20 gennaio, alle ore 21.00, nella sala Franco Centro della Stazione FS di Mondovì e, come gli altri Gruppi di Lavoro di MONDOVI’ in MOVIMENTO, sarà aperto a tutti i cittadini monregalesi.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Al via il lavoro di indagine e analisi su “Peccati di Gola” 0

Posted on gennaio 13, 2016 by MoMo

Venerdì 15 gennaio secondo incontro, aperto a tutti, in “Saletta Pozzo” del Bar Antico Borgo a Piazza

Peccati di Gola ingressoIl primo incontro del Gruppo di Lavoro che si occuperà di elaborare una nuova proposta sulla manifestazione enogastronomica monregalese “Peccati di Gola” ha visto la partecipazione di un gruppo variegato di persone disponibili a collaborare, in un clima positivo di condivisione e fiducia, per costruire proposte concrete da offrire alla propria città.

Nella prossima riunione, che si terrà venerdì 15 gennaio, alle ore 21.00, presso la Saletta Andrea Pozzo del Bar “Antico Borgo” a Mondovì Piazza, si entrerà nel dettaglio degli aspetti organizzativi del tavolo di lavoro definendo e affidando obiettivi chiari e specifici. Nel precedente incontro è stato infatti elaborato un breve crono-programma delle prime fasi di analisi della manifestazione con tutti i punti che dovranno essere approfonditi con ricerche, studi, confronti e interviste:
– la storia della manifestazione – dalle sue origini alle ultime edizioni – cercando di riscoprire lo spirito iniziale e come esso si è trasformato nel tempo;
– le varie location, le diverse organizzazioni, i risultati ottenuti, i costi sostenuti, etc.;
– il confronto con i risultati ottenuti nel tempo da simili manifestazioni limitrofe o da eventi di notevole successo che si svolgono anche più distanti da noi;
– la raccolta di valutazioni, giudizi, critiche, apprezzamenti sulle ultime edizioni da chi vi ha partecipato; da chi non è stato invece coinvolto o non ha voluto prendervi parte per scelta; dai cittadini visitatori e non; da associazioni e scuole, …
In questo importante lavoro di coinvolgimento e condivisione – che verrà portato avanti con diversi metodi (interviste dirette, social network, web, questionari on-line o da presentare nei gazebo del sabato mattina,…) – si acquisiranno anche proposte, idee, stimoli e suggerimenti per il futuro e le disponibilità da parte di chi vorrà essere in qualche modo coinvolto in una rinnovata edizione della manifestazione.

La partecipazione ai lavori è aperta a chiunque voglia contribuire con idee, proposte e collaborazione, mettendo a disposizione un po’ del proprio tempo libero.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Una proposta alternativa per “Peccati di Gola” 0

Posted on dicembre 24, 2015 by MoMo

Il Gruppo di Lavoro, aperto a tutti, si riunirà lunedì 28 dicembre, alle ore 21, presso la Sala Franco Centro della Stazione di Mondovì

peccati-di-gola-bigNell’ultima riunione del Consiglio Direttivo di MONDOVI’ in MOVIMENTO si è deciso di caldeggiare la proposta emersa durante la passata Assemblea pubblica del movimento: impegnare fin da subito i nascenti Gruppi di Lavoro su progetti ben precisi e definiti che possano portare a risultati tangibili e concreti nel giro di pochi mesi.

Il primo gruppo, che si occuperà delle tematiche legate allo sviluppo del territorio, ai prodotti tipici e al turismo, è già nato e si pone un preciso e ambizioso obiettivo: elaborare una proposta su un possibile modello organizzativo, alternativo all’attuale, della manifestazione enogastronomica monregalese “Peccati di Gola”. Si parte dalla raccolta di giudizi, consigli e proposte di chi da sempre è protagonista dell’evento ma si ascolteranno anche tutti quei monregalesi che vorranno contribuire a un’analisi concreta per verificare punti di forza e di debolezza della manifestazione, per arrivare poi all’elaborazione di un nuovo progetto organizzativo coinvolgendo gli enti, le associazioni e le scuole disponibili a collaborare.
Come è noto i Gruppi di Lavoro sono aperti a tutti coloro che vogliono dare il proprio contributo, anche piccolo. Seguendo la filosofia del movimento lavorano in pieno spirito di confronto e condivisione, promuovendo sempre la massima partecipazione alle decisioni prese.

Un secondo gruppo è pronto a partire, legato ai temi dell’ambiente, urbanistica e lavori pubblici. Si focalizzerà innanzi tutto sulla revisione del Piano Regolatore del Comune di Mondovì. Verranno seguite attentamente tutte le fasi dell’iter che porterà alla nascita del nuovo strumento urbanistico, con un approccio propositivo, mirato a contribuire a una discussione che si preannuncia complessa e delicata.
 
MONDOVI’ in MOVIMENTO
 

Condividi su Facebook

Magnino chiede chiarimenti sull’ipotesi di progetto per la realizzazione del terzo lotto della tangenziale di Mondovì 0

Posted on ottobre 06, 2015 by MoMo

Interrogazione del capogruppo di MONDOVI’ in MOVIMENTO sulla nuova ipotesi progettuale del terzo lotto della tangenziale riportata sulla stampa locale

Terzo lotto tangenzialeNel mese di marzo 2015 l’Anas ha inserito il terzo lotto della tangenziale di Mondovì fra le infrastrutture da realizzarsi a partire dal 2016 e, secondo la stampa locale, i fondi stanziati da parte del CIPE ammonterebbero a circa 100 milioni di euro.
I giornali hanno pubblicato un’ipotesi progettuale del terzo lotto della tangenziale diversa rispetto a quella originariamente preventivata. Il tracciato passerebbe tutto all’interno del territorio del Comune di Mondovì “tornando indietro” dallo svincolo del Beila verso la città, sull’attuale strada provinciale tra Mondovì e Villanova e chiuderebbe in una morsa il concentrico cittadino escludendo il polo del Beila al di fuori della tangenziale. Il nuovo percorso metterebbe in previsione la costruzione di un tunnel della lunghezza di 600 metri sotto la collina di San Lorenzo – area geomorfologica a rischio franoso – e consentirebbe la realizzazione del tracciato ad un costo notevolmente inferiore rispetto ad altre ipotesi progettuali.
Su questa nuova ipotesi progettuale si è espressa, con un parere negativo, la CONFCOMMERCIO locale in una nota inviata al Sindaco ed alla carta stampata nel mese di settembre 2015.

Il Consigliere comunale di MONDOVI’ in MOVIMENTO, Paolo Magnino, ha presentato un’interrogazione al Sindaco in cui chiede come mai non sia presente, negli uffici comunali di Mondovì ed all’Anas, alcuna copia dell’ipotesi progettuale né dello studio di fattibilità pubblicati sui settimanali locali e per quale ragione l’amministrazione non abbia ritenuto di convocare un Consiglio Comunale o una commissione consigliare per aggiornare, presentare e discutere l’argomento.
Magnino precisa di ritenere la realizzazione del terzo lotto della tangenziale una priorità per Mondovì al fine di liberare il centro città dal traffico pesante, ma ritiene altresì che il progetto non debba essere concretizzato ad ogni costo, semplicemente in virtù della presenza di uno stanziamento di fondi pubblici, e che non possa essere pensato esclusivamente in funzione dell’ammontare dei fondi eventualmente stanziati. Considera necessaria la progettazione di un tracciato utile alla città – a livello d’impatto ambientale, di sicurezza, di prevedibile modifica e di cambiamento del flusso di traffico veicolare sulle arterie stradali esistenti – ed al territorio circostante in una visione d’insieme, per l’oggi e per il futuro, coinvolgendo i comuni limitrofi di Villanova Mondovì e Monastero Vasco.
Nell’ultimo quesito dell’interrogazione, che verte proprio su questi aspetti, Magino chiede all’Amministrazione comunale se l’opera debba essere realizzata comunque, a prescindere dal suo tracciato, per consentire l’uso e la spesa dei fondi pubblici eventualmente stanziati.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sulle ipotesi progettuali del terzo lotto della tangenziale

 

Condividi su Facebook

Chi vuol ridestinare il proprio terreno edificabile ad uso agricolo? 0

Posted on maggio 22, 2015 by MoMo

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO chiedono che l’Amministrazione civica divulghi un Avviso Pubblico volto a censire i proprietari di terreni intenzionati a rinunciare ai diritti edificatori sanciti dal vigente Piano Regolatore

terrenoedificabileIl Gruppo consiliare di MONDOVI’ in MOVIMENTO – composto dal Capogruppo Paolo Magnino e dai Consiglieri Giovanni Gambera e Stefano Tarolli – ha presentato un’interrogazione al Sindaco di Mondovì, Stefano Viglione, in cui sollecita l’Amministrazione civica affinché si attivi a divulgare un Avviso Pubblico volto a censire i proprietari di terreni intenzionati a rinunciare ai diritti edificatori sanciti dal Piano Regolatore vigente, prendendo spunto da quanto fatto nel Comune di Rivalta di Torino.
Da anni si definisce la capacità insediativa del vigente Piano Regolatore Comunale Generale della Città di Mondovì eccessiva e sovradimensionata. Più volte, nel corso di questi anni, l’opposizione in Consiglio comunale ha rimarcato la possibilità, da parte della Giunta Viglione, di assumere decisioni importanti, nonché immediatamente efficaci ed esecutive, in tema di cambio di destinazione d’uso e di riduzione della capacità edificatoria esistente.

Complice la crisi e le crescenti imposte sui beni immobili, in Italia si sta sviluppando un fenomeno impensabile fino a pochi anni fa: i proprietari di aree edificabili non ancora edificate stanno seriamente valutando la possibilità di “ri-destinare” i terreni agli usi agricoli. Le amministrazioni locali, com’è facilmente prevedibile, entrano in crisi di fronte ad un’eventualità del genere poiché, a causa del patto di stabilità e dei tagli nel trasferimento delle risorse dagli enti centrali a quelli periferici, gli oneri di urbanizzazione sono ormai le uniche entrate davvero certe.
Alcune amministrazioni civiche di altre regioni (Desio in Lombardia, Reggio Emilia in Emilia Romagna), sottoposte a diverse normative urbanistiche regionali, hanno assunto, sia nel passato che più recentemente, delibere che hanno comportato una riduzione immediata della capacità insediativa. In Piemonte, la Giunta Comunale di Rivalta (comune di 20.000 abitanti in provincia di Torino) ha deciso, all’unanimità, di avviare “un’indagine conoscitiva volta ad individuare i proprietari di terreni che intendono rinunciare alla prevista capacità edificatoria, con l’obiettivo di mappare tali aree e valutare la possibilità di ridestinarle a zona agricola nel PRGC vigente attraverso una variante urbanistica” con successiva pubblicazione di un avviso pubblico (Delibera di Giunta Nr. 141 del 09/07/2013).
Ad oggi sembra che una decina di proprietari abbiano già espresso la chiara volontà di tornare alla destinazione agricola. In totale, questi cittadini di Rivalta possiedono circa 30.000 mq di terreno che potrebbero generare oltre 6.000 mq di superficie edificabile utile, vale a dire 60 alloggi di medie dimensioni da 100 mq ciascuno.

 

DOWNLOAD – Interrogazione censimento proprietari di terreni intenzionati a rinunciare ai diritti edificatori sanciti nel PRGC vigente

 

Condividi su Facebook

Possibile attivare il servizio di “bike sharing” anche a Mondovì? 0

Posted on aprile 11, 2015 by MoMo

Si potrebbe prevedere anche l’utilizzo di biciclette a “pedalata assistita” per affrontare senza eccessivi  sforzi spostamenti in salita.

bike_sharing11.04.2015 – In diverse città italiane è attivo il servizio di “bike sharing”, che consiste nella messa a disposizione di biciclette di proprietà comunale – o di proprietà di società private convenzionate, a seconda del progetto messo in essere – che lavoratori, pendolari, turisti e semplici cittadini possono noleggiare anche per brevi periodi di tempo. E’ uno dei principali strumenti di mobilità sostenibile a disposizione delle amministrazioni pubbliche che intendono aumentare l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici. Le biciclette, in particolare, possono essere utili per i viaggi di prossimità dove gli altri mezzi pubblici non arrivano o non possono arrivare.

Alcuni progetti di “bike sharing”, come quello messo in pratica a Genova, prevedono anche l’utilizzo di biciclette elettriche con “pedalata assistita”, maggiormente idonee per affrontare spostamenti in salita.
Sia il Comune di Torino che quelli di Cuneo, Alba, Fossano, Saluzzo e Savigliano hanno adottato un sistema amministrato da una società privata che ha lanciato, in collaborazione con la Regione Piemonte, il progetto integrato “Bicincittà BIP” (Biglietto Integrato Piemontese, www.bicincittabip.com), con la possibilità, da parte dei cittadini che si abbonano al servizio, di utilizzarle biciclette in tutte le città che hanno aderito al progetto stesso. Dal 18 luglio 2011 è stata, a tal fine, introdotta la nuova tessera regionale BIP, con la quale si potranno prelevare le biciclette nelle città aderenti al nuovo sistema regionale.

La città di Mondovì, pur essendo morfologicamente frastagliata e suddivisa in vari borghi – con anche un notevole dislivello fra di essi – presenta almeno tre Rioni – ovvero Breo, Altipiano e Ferrone, oltre alla maggior parte delle frazioni – che potrebbero essere compatibili con il servizio di “bike sharing” con biciclette a “pedalata assistita”. In particolare il Rione di Breo, a breve oggetto di parziale pedonalizzazione, potrebbe trarre un forte beneficio dall’istituzione di un tale servizio.
A tal proposito il Gruppo consiliare di MONDOVI’ in MOVIMENTOTarolli, Magnino e Gambera, – ha presentato un’interrogazione al Sindaco Viglione nella quale chiede se l’Amministrazione comunale abbia preso in considerazione la possibilità di attivare il servizio di “bike sharing” anche a Mondovì e se – in caso affermativo – intenda far utilizzo anche di biciclette a “pedalata assistita”.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sulla possibilità di istituire a Mondovì il servizio di bike sharing

 

Condividi su Facebook

Una centrale a biomasse in località “Crist” a Mondovì? 0

Posted on giugno 20, 2014 by MoMo

Il gruppo consiliare di MONDOVI’ in MOVIMENTO, composto dal capogruppo Paolo Magnino e dai Consiglieri Giovanni Gambera e Stefano Tarolli, ha presentato un’interrogazione al Sindaco di Mondovì, Stefano Viglione, per chiedere se risultino, ad oggi, progetti o istanze presentate al Comune di Mondovì per la costruzione di una centrale a biomasse in località “Crist”, come segnalato da alcuni cittadini residenti in loco. Ricordano inoltre che un progetto analogo era stato presentato al Comune di Mondovì nel 2011 ma che lo stesso non aveva superato la conferenza dei servizi provinciale.
Se la risposta fosse affermativa chiedono di avere più precisi chiarimenti ed informazioni: chi sono i proponenti, quale il luogo preciso dove verrebbe costruito, quali le caratteristiche tecniche ed in particolare quale potenza dovrebbe avere e quali materiali vi si intenderebbe “bruciare”.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sulla costruzione di una centrale a biomasse in località Crist a Mondovì

 

 

Condividi su Facebook

L’Amministrazione comunale si sta attivando per “agganciare” Mondovì ed il monregalese al traino dell’ EXPO 2015? 0

Posted on giugno 17, 2014 by MoMo

Dal 1° maggio al 30 ottobre 2015 si terrà a Milano l’EXPO sul tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. La manifestazione internazionale punta ad avere oltre 20 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo che soggiorneranno in Italia per alcuni giorni. Sarà di gran lunga il più importante evento italiano di richiamo turistico del 2015.
Il Sindaco di Alba “capiale delle Langhe”, Maurizio Marello, ha tra le sue deleghe specifiche il progetto relativo all’ Expo 2015 ed il Sindaco di Bra  “capitale del Roero”, Bruna Sibille, ha conferito tale delega all’Assessore Massimo Borrelli.

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO – Magnino, Gambera e Tarolli – hanno recentemente presentato un’interrogazione nella quale chiedono al Sindaco Viglione come l’Amministrazione Comunale intenda sfruttare l’avvenimento per la città di Mondovì “capitale del Monregalese”, quali iniziative, quale budget, quali interventi e progetti abbia posto in essere per “agganciare” Mondovì ed il monregalese al traino dell’ EXPO e chi, tra Sindaco e Assessori, stia seguendo in prima persona l’iniziativa.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sulle modalità di partecipazione di Mondovì all’EXPO 2015


Condividi su Facebook

E quella schiuma nel torrente Ellero…? 0

Posted on maggio 06, 2014 by MoMo

Domenica 13 aprile  e sabato 2 maggio è stata rilevata la presenza di schiuma nel torrente Ellero, nei pressi della cascata del Ponte della Madonnina. In seguito alla tempestiva segnalazione di una coscienziosa cittadina monregalese l’ARPA è prontamente intervenuta procedendo, in entrambi i casi, alla campionatura delle acque. In occasione del primo intervento i tecnici dell’ARPA avrebbero effettuato ulteriori sopralluoghi lungo l’asta del torrente Ellero ed anche campionamenti delle acque dell’affluente Ermena individuando la presenza dei medesimi inquinanti.

Il Gruppo consiliare di MONDOVI’ in MOVIMENTO chiede al Sindaco Viglione, attraverso un’interrogazione depositata in questi giorni, se e come l’Amministrazione comunale si sia interessata al problema e quando sia stata coinvolta.
I Consiglieri domandano inoltre quali siano i risultati dei campionamenti effettuati dall’ARPA, quale sia l’origine e la provenienza delle sostanze inquinanti – e i danni e le conseguenze che le stesse potrebbero aver causato – e quali provvedimenti, nell’ambito delle proprie competenze, abbia adottato o intenda adottare l’ Amministrazione comunale per contrastare il ripetersi in futuro di questo tipo di problema.

 

DONWLOAD – Interrogazione presenza di schiuma nel torrente Ellero

 

Condividi su Facebook

Come ridurre i rischi dell’incrocio pericoloso davanti alla Cappella dell’Annunziata al Borgato? 0

Posted on maggio 04, 2014 by MoMo

A Mondovì, nel rione Borgato, c’è un incrocio molto pericoloso tra Via Vecchia di Frabosa e Via Vecchia di Monastero, nei pressi della Cappella dell’Annunziata posta ai piedi della collina di San Lorenzo. Per risolvere questo problema sono state avanzate diverse possibili soluzioni: un’ipotesi comporterebbe la realizzazione di una rotonda a “raso” davanti alla Cappella, previo l’acquisto da parte del Comune di una porzione di terreno, attualmente inutilizzato, posto ai lati della carreggiata; un’altra opzione – avversata dai residenti – vedrebbe la costruzione della rotonda “attorno alla Cappella dell’Annunziata”, sacrificando parte dell’area verde attualmente destinata ad area gioco.

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO –  Paolo Magnino, Giovanni Gambera e Stefano Tarolli – hanno a tal proposito presentato una interrogazione, che verrà discussa nel prossimo Consiglio comunale, nella quale chiedono quale soluzione intenda privilegiare l’Amministrazione Comunale e quali siano le ragioni che la porterebbero a questa scelta; quanti e quali rilievi tecnici siano stati effettuati sul posto e se vi sia un parere dell’Ufficio di Polizia Municipale rispetto ad entrambe le soluzioni indicate in relazione a quanto stabilito dal Codice della Strada. Inoltre domandano quanto tempo occorrerebbe per realizzare l’opera  e a quanto potrebbe ammontare il costo per l’acquisto del terreno per la realizzazione della rotonda “a raso”.

 

DOWNLOAD – Interrogazione realizzazione rotonda incrocio del Borgato

 

Condividi su Facebook

A Mondovì si festeggia la Festa del Lavoro in piazza: nasce il primo “Concert1no del Primo maggio” 0

Posted on aprile 28, 2014 by MoMo

MONDOVI’ in MOVIMENTO, con il patrocinio dei Sindacati CGIL, CISL e UIL e del Comune della Città di Mondovì è lieta di annunciare il “Concert1no del Primo Maggio”.
La prima manifestazione della città in occasione della Festa del Lavoro: di chi lavora e di chi un lavoro non ce l’ha o magari ce l’ha precario; un’occasione di onorare ciò che per anni ha nobilitato l’uomo, che ne è da sempre fonte di suo progresso, sociale e umano.

Saranno nove le ore di intrattenimento che terranno viva piazza Ellero nel rione Breo della città, dalle ore 15 alle 24. Come in tutti i migliori happening che si rispettano la parte centrale della manifestazione sarà dedicata alla musica: alcune delle più interessanti realtà musicali locali e della Provincia. Band ed artisti che parteciperanno e suoneranno prevalentemente musica inedita, a testimoniare che chi prende parte al progetto vuole usare parole proprie e non servirsi di quelle di altri.  Un giorno di suono e di suoni, di parole, cantate e sincopate, lette e recitate, di movimento e di movimenti. Nove band a contendersi il palco per 40 minuti ciascuno, dal rock al cantautorato, dall’elettronica al rap.

Ma anche un’occasione per parlare del lavoro, di quello con la L maiuscola, di quello che c’è e di quello che ancora manca, di quello che i nostri giovani sognano e di quello che con tanta fatica, tutti i giorni, chi non ce l’ha cerca di costruirselo o di inventarselo.
Il “Concert1no del Primo Maggio” non sarà solo un’occasione per alzare la voce, ma anche per dare voce, per fare sistema e mostrare che un Paese, così come una Città, sono il prodotto unico di tante teste, tante persone, una vicina all’altra; espressioni e culture magari differenti, ma accomunate dallo stesso spirito d’iniziativa.
Il “Concert1no del Primo Maggio” sarà un momento della Città e per la Città di Mondovì, ottenuto con il supporto di tutti, delle associazioni di categoria, dei commercianti e di coloro che hanno reso disponibile la manifestazione grazie alla campagna di raccolta fondi che ha dato origine ad un opuscolo distribuito un po’ dappertutto.

MONDOVI’ in MOVIMENTO ha lanciato la proposta e tanta gente ha accettato con grande disponibilità e partecipazione, affinché questa manifestazione potesse nascere.
Chi partecipa lo fa con quello spirito che emerge anche nella presentazione nella pagina dell’opuscolo: perché quest’anno il Primo Maggio – festa del Lavoro e dei Lavoratori – a Mondovì non finirà “nel solito modo”.

Condividi su Facebook

Funicolare di Mondovì: anche per la “Fiera di Primavera” ultima corsa alle 19.00! 0

Posted on aprile 28, 2014 by MoMo

La “Fiera di Primavera” è una manifestazione di richiamo organizzata da decenni dal Comune di Mondovì ed è una delle iniziative fisse del calendario turistico della città.
L’Amministrazione Comunale ha giustamente voluto unire nella manifestazione i centri storici di Breo e Piazza organizzando eventi ed iniziative che coinvolgessero la parte alta e la parte bassa della città, collegate da un mezzo di trasporto, già di per sé attrattivo per i turisti, come la Funicolare.

La domanda che è sorta spontanea a molti residenti e visitatori di Mondovì, e che i Consiglieri comuali di MONDOVI’ in MOVIMENTOMagnino, Gambera e Tarolli – hanno girato al Sindaco Viglione attraverso un’interrogazione, è stata: per quale motivo la Funicolare non ha osservato orari diversi e prolungati per la Fiera di Primavera 2014 e ha mantenute invariate la prima corsa del mattino alle 10.30 e  l’ultima della sera alle 19.00?
I Consiglieri chiedono inoltre perché non si sia pensato ad un “biglietto fiera” – di costo e durata oraria diversa da quello delle corse ordinarie –  e se non sia possibile programmare e promuovere, con la società che gestisce la Funicolare, orari e tariffe differenziate in occasione di eventi di richiamo turistico che consentano di realizzare, nei fatti e non solo nelle intenzioni, “Mondovì Città Turistica”.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sul servizio della Funicolare per la Fiera di Primavera

 

Condividi su Facebook

L’Amministrazione comunale di Mondovì si schieri apertamente contro l’imposizione della “settimana corta” nelle scuole superiori 1

Posted on febbraio 11, 2014 by MoMo

Paolo Magnino, Giovanni Gambera e Stefano Tarolli, Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO, hanno presentato un Ordine del Giorno su di un tema già portato in Consiglio verso la fine dello scorso anno: l’imposizione forzosa della “settimana corta” nelle scuole superiori della provincia di Cuneo a causa dei tagli ai trasporti e al riscaldamento dei locali scolastici annunciati dall’ente Provincia. Nella seduta del 25 novembre 2013 il Consiglio Comunale di Mondovì aveva respinto, a maggioranza, un Ordine del Giorno promosso dal gruppo consigliare di MONDOVI’ in MOVIMENTO sulla “settimana corta” confidando nella prossima consultazione referendaria tra gli studenti del cui esito si riteneva – a torto – l’Amministrazione Provinciale avrebbe tenuto conto.

 

Ordine del giorno


La settimana corta alle scuole superiori della provincia di Cuneo


Premesso che

–       la Provincia di Cuneo, per ridurre le spese del trasporto scolastico per l’anno scolastico 2014/2015, ha imposto alle scuole superiori del territorio la compressione dell’orario delle lezioni in cinque giorni (settimana corta), nonostante il diverso parere dei Consigli d’Istituto e dei Dirigenti scolastici sia perché disposta in violazione del diritto costituzionalmente garantito dell’autonomia scolastica sia perché negativa per lo studio individuale degli studenti;
–       nella seduta del Consiglio Comunale di Mondovì del 25 novembre 2013 il Consiglio Comunale aveva respinto, a maggioranza, un ordine del giorno promosso dal gruppo consigliare di MONDOVI’ IN MOVIMENTO sulla “settimana corta”  confidando nella consultazione referendaria promossa dalla Provincia di Cuneo del cui esito – si riteneva -, l’Amministrazione Provinciale avrebbe tenuto conto;


Considerato che

–       “la settimana corta” è stata fortemente contestata da studenti, famiglie ed insegnanti poiché lede il principio dell’autonomia scolastica, aggrava i costi a carico delle famiglie,crea grandi difficoltà didattiche impedendo di fatto le attività scolastiche complementari e di supporto agli alunni in difficoltà;


Preso atto che

 –       la larga maggioranza degli studenti delle scuole superiori si è espressa, mediante un referendum, contro l’adozione della “settimana corta”. La Provincia si è ripetutamente rifiutata di rimettere in discussione la propria decisione ed ha negato qualsiasi valore al referendum che essa stessa aveva incoraggiato e promosso;


Richiede con il presente Ordine del Giorno che

–       l’Amministrazione comunale di Mondovì, “città degli studi” manifesti e trasmetta il proprio aperto dissenso rispetto alle decisione assunte dall’Amministrazione Provinciale di Cuneo affinché sia ritirato il provvedimento contestato e che si apra subito un confronto tra l’Amministrazione Provinciale e le scuole superiori nelle tre componenti (genitori, studenti,insegnanti) per addivenire ad una soluzione che non penalizzi con un orario imposto e non condiviso la formazione culturale ed umana degli studenti aggravando di ulteriori costi le famiglie già in difficoltà per l’attuale crisi economica.

 

DOWNLOAD – O.d.G. sull’imposizione della settimana corta nelle scuole superiori della Provincia di Cuneo

 


Condividi su Facebook

Una rotonda per rendere meno pericoloso l’incrocio di Via Cuneo per Sant’Anna Avagnina? 1

Posted on dicembre 12, 2013 by MoMo

A Mondovì, nella zona cosiddetta del Tiro a Segno, sono stati completati o sono in corso di costruzione numerosi piani edilizi convenzionati. La frazione di Sant’Anna Avagnina – ora facente parte del concentrico urbano – ha subito una importante  trasformazione urbanistica dovuta a nuova edificazione, che ne ha aumentato notevolmente la popolazione insediata.
La zona del Tiro a Segno ed il quartiere di Sant’Anna Avagnina hanno come principale via d’accesso Via Cuneo, da cui parte la Strada Provinciale per Cuneo.

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO – Paolo Magnino, Giovanni Gambera e Stefano Tarolli – hanno presentato un’interrogazione nella quale chiedono al Sindaco Viglione se la sua Amministrazione abbia pensato, progettato e finanziato la costruzione di una rotonda da realizzarsi all’incrocio tra Via Sant’Anna, Via Tiro a Segno e Via Cuneo per ridurne la pericolosità, in quali tempi possa essere eventualmente prevista la sua realizzazione e quando sarà costruito un marciapiede in Via Sant’Anna, visto che la stessa ne è completamente sprovvista.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sulla realizzazione di una rotonda in Via Cuneo e del marciapiede di Via Sant’Anna

 

Condividi su Facebook
  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top