Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento



Benedetta la lapide commemorativa di Carassone ristrutturata dai volontari di MONDOVI’ in MOVIMENTO 0

Posted on novembre 07, 2016 by MoMo

Prende il via la ricerca delle storie che stanno dietro ai nomi incisi sul marmo, per raccoglierle in una pubblicazione in collaborazione con l’ANPI

benedizione-lapide-carassone

Si è svolta domenica mattina la cerimonia di benedizione della lapide commemorativa posta a fianco della Parrocchia di San Giovanni e Evasio in ricordo dei tanti carassonesi che persero la vita nelle due guerre mondiali, ripulita e restaurata dai volontari di MONDOVI’ in MOVIMENTO nell’ambito dell’iniziativa “Pietre Resistenti”.

Don Alfredo Costamagna ha ringraziato Gabriele Campora ed Erika Chiecchio – presidente e consigliera di MoMo, presenti in rappresentanza di tutti gli iscritti del movimento civico – per il lodevole lavoro svolto, sottolineando l’importanza che simili azioni hanno nel mantenere viva la memoria di eventi terribili che lasciarono ferite profonde in tante famiglie italiane.

Il presidente della Sezione di Mondovì dell’ANPI, Mauro Pettini, ha poi voluto dedicare un applauso ad un commosso Franco Motta, partigiano carassonese, ultimo testimone dei drammatici avvenimenti accaduti nell’inverno del 1944 ai componenti del Distaccamento della Tura del comandante Beppe Milano.

Presenti alla cerimonia – oltre ad un nutrito gruppo di cittadini – anche l’Assessora ai Lavori Pubblici di Mondovì, Laura Barello, e il presidente del Circolo Acli Carassone, Domenico Bertolino.

Ora i volontari di MONDOVI’ in MOVIMENTO lanciano un appello:
“Raccontateci le storie che stanno dietro a quei nomi scolpiti sui marmi monregalesi e ne faremo una raccolta. Per non dimenticare!”

E’ sufficiente scrivere all’indirizzo email info@mondovinmovimento.it oppure telefonare o messaggiare al numero 347.5315418 per essere ricontattati.

 

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Rivive la lapide ai caduti di Carassone: appuntamento domenica 6 novembre per la benedizione ufficiale 0

Posted on novembre 01, 2016 by MoMo

Intervento nell’ambito dell’iniziativa “Pietre Resistenti” promossa da MONDOVI’ in MOVIMENTO

lapide-carassone-restaurataCi sono volute ben quindici sessioni di restauro per far sì che l’imponente lapide ai caduti di Carassone tornasse a risplendere: tanto sono durati, infatti, i lavori certosini dei volontari di MONDOVI’ in MOVIMENTO che, in alcuni ritagli di tempo libero, hanno dedicato anima e corpo al ripristino delle scritte che campeggiano sul monumento commemorativo posto a fianco della Parrocchia di San Giovanni e Evasio, eretto in ricordo di tutti i carassonesi periti durante i due conflitti mondiali. Un’operazione non isolata, in realtà, ma inserita all’interno delle cosiddette “Pietre Resistenti”, promosse da MoMo nel 2014 e volte al ripristino di scritte, cippi e lapidi monregalesi, affinché non ne venga dispersa la memoria.

intervento-1“Viste le dimensioni della lastra e il cattivo stato di alcune incisioni, i tempi di recupero in questo caso sono stati decisamente lunghi” – fa sapere il Presidente di MONDOVI’ in MOVIMENTO, Gabriele Campora. “Basti pensare che abbiamo iniziato la prima opera di pulitura lo scorso 21 aprile. Non è stato facile, ma ci ha fatto piacere riscontrare l’interesse di molti abitanti della zona, piacevolmente sorpresi per la nostra azione. Ora finalmente la lapide è di nuovo leggibile. Un gesto simbolico e dovuto per onorare chi ha perso la propria vita in questi luoghi a causa della guerra; una tragedia immane che ci auguriamo non abbia mai più a ripetersi.”

intervento-2Appuntamento domenica 6 novembre prossimo, allora, dopo la Santa Messa delle ore 10.00, quando Don Alfredo Costamagna impartirà una sacra benedizione al pilone, dopo la posa dei fiori in memoria dei caduti.
 
MONDOVI’ in MOVIMENTO
 

Condividi su Facebook

Proseguono le “Pietre Resistenti” di MONDOVI’ in MOVIMENTO 0

Posted on aprile 15, 2016 by MoMo

Gli abitanti di Carassone – e tutti i monregalesi interessati – sono invitati a ripulire l’incisione del nome dei loro avi o conoscenti morti in guerra

Prima e Dopo Piazza MaggioreImpercettibili macchie arancioni si muovevano rapide, giovedì pomeriggio, ai piedi della Chiesa della Missione in Piazza Maggiore. Erano i volontari di MONDOVI’ in MOVIMENTO, impegnati nell’iniziativa “Pietre Resistenti”, finalizzata a restaurare scritte, lapidi ed epigrafi della città, affinché i sacrifici, i ricordi e gli avvenimenti di un tempo non sbiadiscano negli anni ma si perpetrino, viceversa, di generazione in generazione.

Qui le armi vollero uccidere l’idea. Le armi caddero, l’idea rifece la patria” recita una delle scritte riportate alla luce e incisa in memoria dei quindici partigiani che tra il 1944 e il 1945 perirono sotto il fuoco nazifascista nel rione di Piazza. Tra loro Antonio Sciolla, Medaglia d’Argento al Valor Militare, caduto nei pressi della Caserma Galliano il 19 gennaio del 1944; Giuseppe Curti e Cesare Iemini, componenti della V° Divisione Alpi – Brigata Valcorsaglia, fucilati proprio al muro della Chiesa della Missione il 6 agosto del ’44; Domenico Arnera, Luigi Borini, Franco Leonardi, Domenico Penazzo, Giuseppe Regis, Giovanni Scotto, Alberto Tallone e Rocco Verdone, trucidati da soldati tedeschi per rappresaglia il 18 dicembre del 1944 in Via Vasco; Enrico Baudino, Luca Eula, Hans Wilke e Tommaso Tomatis, infine, colpiti dal fuoco tedesco ormai in ritirata il 28 aprile 1945 in Piazza d’Armi.

DSC_0017Un’iniziativa, quella di MONDOVI’ in MOVIMENTO dall’alto valore etico e morale, che si sposterà la prossima settimana a Carassone, per cominciare i lavori di pulitura anche sulla grande lapide posta nei giardinetti a fianco della Chiesa Parrocchiale.
In questo caso, viste le dimensioni dell’epigrafe, i tempi saranno ovviamente più lunghi – fa sapere il Presidente del movimento Gabriele Campora ma desideriamo fin d’ora invitare tutti i carassonesi, e non, ad unirsi a noi per riportare alla luce i nomi dei loro parenti, conoscenti o amici periti durante i due conflitti mondiali. Ogni singola lettera incisa richiede un’attenta pulitura prima di essere riverniciata e sarebbe bello che a farlo fossero gli stessi discendenti, o chi ha chiara memoria, dei concittadini caduti in guerra. Un gesto simbolico per non dimenticarli”.
Appuntamento allora per giovedì 21 aprile a Carassone a partire dalle 17.45.

             Gabriele Gallo
per MONDOVI’
in MOVIMENTO

 

Lapide Piazza Maggiore 2Lapide Piazza Maggiore 4

Lapide Piazza Maggiore 6Lapide Piazza Maggiore 8

Lapide Piazza Maggiore 1Lapide Piazza Maggiore 5

Condividi su Facebook

Con l’avvicinarsi del 25 aprile tornano le “Pietre Resistenti” 0

Posted on aprile 12, 2016 by MoMo

Iniziativa di pulizia e restauro dei marmi commemorativi dei caduti della Resistenza promossa da MONDOVI’ in MOVIMENTO in collaborazione con l’ANPI

Lapide Piazza MaggioreIn vista delle celebrazioni per il 25 Aprile, anniversario della liberazione dall’occupazione tedesca e dalla dittatura fascista, torna “Pietre Resistenti”, l’iniziativa di pulizia e restauro di cippi e lapidi in memoria dei caduti della Resistenza presenti nel territorio di Mondovì, promossa dal movimento civico monregalese MONDOVI’ in MOVIMENTO in collaborazione con l’ Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI).
Ogni cippo, targa, lapide ricorda persone che hanno dato la vita per un ideale; è un frammento di memoria che ha bisogno di una delicata attenzione per essere colta e ascoltata; è l’occasione per ricordare e ricostruire il nostro passato.

Si partirà con il restauro della lapide commemorativa affissa sul muro della balconata esterna della Chiesa della Missione a Piazza, per poi intervenire su quella presente nei giardinetti a fianco della Chiesa di Carassone, in ricordo degli abitanti del rione caduti durante le due guerre.
Il primo appuntamento per chi vorrà collaborare o semplicemente ricordare, ascoltando le eroiche e tristi storie dei nomi scolpiti sul marmo, è per
giovedì 14 aprile, alle 17.45, nei pressi della Chiesa della Missione in Piazza Maggiore.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook
  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top