Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento



Chiediamo al Sindaco e alla sua Giunta di riportare ad un anno la durata del bando per l’organizzazione di “Peccati di Gola” 0

Posted on marzo 20, 2017 by MoMo

MONDOVI’ in MOVIMENTO chiede al Sindaco Viglione quali siano le reali motivazione che lo spingono a vincolare la prossima amministrazione per i prossimi 3 anni

Peccati-di-Gola-ingressoPerchè la Giunta del Sindaco Viglione, ormai al termine del proprio mandato, detta le linee guida per la pubblicazione di un bando per l’organizzazione e gestione della manifestazione “Peccati di Gola” per i prossimi tre anni?
E’ questa la domanda che in molti ci siamo posti nell’ultima settimana senza trovare una risposta plausibile.
Non possiamo di certo considerare sufficienti le considerazioni – condivisibili o meno – presenti nella deliberazione: “Per consentire un’adeguata programmazione organizzativa, economica e gestionale dell’evento, che ne garantisca uno sviluppo progressivo e una più efficace e continuativa promozione,[…] favorendo in tal modo la creazione di sinergie ed economie pluriennali.”
Questi aspetti non erano importanti già per le passate edizioni?
E’ quindi anche responsabilità dell’attuale amministrazione se la manifestazione non ha avuto in passato quello “sviluppo progressivo” ora auspicato? Non è mai stata consentita l’adeguata ed efficace programmazione necessaria?
Vorremmo sapere quali sono le reali motivazioni che spingono il Sindaco Viglione a vincolare per tre anni la prossima amministrazione – che sicuramente non sarà (almeno ufficialmente) da lui guidata – ad un format e un gestore scelti in fretta e furia in base alle indicazioni della sua Giunta.

Dal 2013 – dopo l’anno di pausa dovuto all’alternanza con “Celià” – la manifestazione ha sempre vistopeccati-di-gola-big come incaricata dal Comune, prima, e come unica partecipante ai bandi, dopo, la società “Fly Eventi”, anche indirettamente attraverso l’associazione collegata “Intolleranza Zero”. Incarichi affidati in piena estate; bandi pubblicati nel luglio del 2015 e tra maggio e giugno del 2016.
E perchè quest’anno tutta questa fretta?
Pensa forse il Sindaco Viglione che si corra il serio rischio che dopo di lui il Comune vada in mano ad incapaci? Da questo punto di vista non siamo così stolti da aspettarci critiche da parte dell’unica candidata “in continuità” con l’attuale amministrazione, che già avrà condiviso, o digerito, anche questa decisione.
Teme forse il Sindaco Viglione il confronto con futuri amministratori più bravi della sua squadra nel costruire bandi in grado di attrarre nuove realtà organizzatrici?
Sia chiaro che poniamo tutte queste domande senza polemica. Non riusciamo realmente a capacitarci di perchè si voglia compiere un atto così arrogante e presuntuoso.
E per questo, come cittadini di Mondovì, pretendiamo delle risposte.
Pretendiamo rispetto!
Chiediamo che il Sindaco Viglione e la sua Giunta rivedano la loro decisione deliberando un bando di durata annuale, lasciando al prossimo primo cittadino la libertà di decidere sul futuro di una manifestazione così importante per la nostra città e per tutti i cittadini monregalesi.
 
MONDOVI’ in MOVIMENTO

Condividi su Facebook

Lo sai che a Mondovì c’è un distributore di acqua alla spina (naturale e gassata) dall’aprile del 2012? 0

Posted on novembre 23, 2016 by MoMo

Un post al giorno… leva il rifiuto di torno!!!

distributore-acqua-mondoviLo sai che a Mondovì c’è un distributore di acqua alla spina (naturale e gassata) dall’aprile del 2012?

Lo sai che il totale dei litri consumati dall’apertura della fontana ad oggi è di circa 2313 metri cubi? (1 metro cubo sono 1000 litri!)

Ringraziamo il dott. Ivano Guglielmotto dell’Ufficio Ambiente del Comune di Mondovì per averci fornito questi interessantissimi dati!

Consumo complessivo dal 01/01/2016 al 21/11/2016 fontana pubblica di Mondovì
(Prezzi di riferimento: Liscia 0,03 €/l – Gassata 0,05 €/l)
Mc. 366,00 pari a litri 366.000,00
di cui:
– Naturale litri 174.000,00
– Gassata litri 192.000,00

Consumo medio Giornaliero (GG. 326)
Mc. 1,12 pari a litri 1.122,70

Bottiglie 1,5 lt. risparmiate n° 244.000,00

PET risparmiato kg 9.272,00

Risparmio per la produzione di PET
Petrolio kg. 18.544,00
Acqua litri 162.260,00
Idrocarburi rilasciati in atmosfera grammi 370.880,00
Ossidi di zolfo rilasciati in atmosfera grammi 231.800,00
Ossidi di azoto rilasciati in atmosfera grammi 185.440,00
Monossido di carbonio grammi 166.896,00
Anidride carbonica, gas responsabile dell’effetto serra kg. 21.325,60
Risparmio smaltimento PET (€/ton 240,00) € 2.225,28
Risparmio utenti (prezzo medio di riferimento €/l 0,11) 29.280,00 €

Occorre inoltre tener conto dell’inquinamento atmosferico in meno, dovuto al trasporto delle bottiglie, non quantificato nella tabella di cui sopra.
 

“Produrre, trasportare e smaltire bottiglie di plastica destinate all’acqua minerale sono attività che agiscono sull’ambiente. Dal trasporto su gomme con relative emissioni e intasamento di vie già sovraccariche fino alla plastica delle bottiglie difficile da smaltire: ogni passaggio della “filiera” è critico e dannoso.”

(da “Regioni imbottigliate 2014″ di Legambiente e Altraeconomia).

 
#serr2016 #ewwr2016 #momo
 

Condividi su Facebook

Un post al giorno… leva il rifiuto di torno! 0

Posted on novembre 16, 2016 by MoMo

Anche MONDOVI’ in MOVIMENTO aderisce alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

settimana-europea-riduzione-rifiutiA partire da sabato 19 novembre, MONDOVI’ in MOVIMENTO aderisce alla S.E.R.R. (Settimana Europea Riduzione Rifiuti) con un’iniziativa dal titolo “Un post al giorno, leva il rifiuto di torno”.
L’iniziativa intende sensibilizzare i monregalesi – ma non solo – verso la riduzione della produzione di rifiuti, il loro corretto smaltimento e il riciclo e riutilizzo dei materiali di scarto grazie ad una attenta raccolta differenziata.
Ogni giorno verrà pubblicato un post – sulla pagina Facebook e sul sito del movimento – con utili consigli sulla prevenzione e sulla riduzione a monte del rifiuto, sul riuso e sulla preparazione per il riutilizzo, sulla raccolta differenziata attraverso esperienze tutte monregalesi, con la collaborazione della Cooperativa Proteo e l’Ufficio ambiente del Comune di Mondovì!
Seguiteci!

#serr #ewwr #momo #proteo
http://www.ewwr.eu/it

 

Condividi su Facebook

MONDOVI’ in MOVIMENTO partecipa alla raccolta rifiuti promossa dal Comune nell’ambito della campagna europea “Let’s clean up Europe” 0

Posted on maggio 03, 2016 by MoMo

Appuntamento per sabato 7 maggio, alle 9.30, presso i giardini pubblici di via Cornice
lets clean up europe
Anche quest’anno MONDOVI’ in MOVIMENTO parteciperà all’iniziativa promossa dal Comune di Mondovì nell’ambito della campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, “Let’s Clean Up Europe”.
Una giornata dedicata al recupero dei rifiuti abbandonati e alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica su un malcostume dilagante. Tutti i cittadini di buona volontà che hanno a cuore la propria città e il bene dell’ambiente in cui viviamo sono invitati a partecipare. Ognuno deve munirsi di abbigliamento adatto e, soprattutto, di un paio di guanti spessi da giardino, mentre i sacchi per la raccolta verranno forniti dal Comune. Aimeri Ambiente e Proteo offriranno un supporto con i propri mezzi e con il personale addetto.

I volontari verranno divisi in due gruppi: uno costeggerà Piazza Monteregale e si concentrerà nella zona di Parco Europa, l’altro, invece, dopo aver ripulito i giardini di via Cornice si dirigerà verso quelli della stazione ferroviaria.
L’appuntamento per gli amici di MONDOVI’ in MOVIMENTO è per sabato 7 maggio, alle 9.30, presso i giardini pubblici di via Cornice (in caso di maltempo, l’iniziativa sarà rinviata a nuova data).
Partecipiamo numerosi: più siamo, più pulita sarà la nostra bella città!

Condividi su Facebook

Chi è responsabile dell’abbandono dei locali dell’ex Ospedale di Mondovì? 0

Posted on aprile 28, 2016 by MoMo

Paolo Magnino chiede chi sia, ad oggi, l’ente proprietario dei locali che dovrebbero divenire sede del Liceo Scientifico “Vasco” e a chi competa la loro messa in sicurezza.

Ex Ospedale MondovìIl capogruppo di MONDOVI’ in MOVIMENTO in Consiglio comunale, Paolo Magnino, ha presentato un’interrogazione – per cui è attesa risposta nella seduta prevista per venerdì 29 aprile – in merito allo stato di abbandono e degrado dei locali dell’ex Ospedale di Mondovì.
I locali abbandonati sono stati saccheggiati e danneggiati e potrebbero diventare dimora di sbandati. Il padiglione del “Gallo” dovrebbe, nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale, diventare la nuova sede del Liceo Scientifico. La proprietà di questo immobile doveva passare in permuta alla Provincia di Cuneo (responsabile dell’edilizia scolastica per le scuole secondarie superiori) tramite un accordo con l’Asl CN1 che, a sua volta, sarebbe diventata proprietaria dei locali sede delle scuole medie di Via delle Scuole a Mondovì Piazza. Il padiglione “Michelotti”, invece, è restato di proprietà dell’Asl CN1 ed ha destinazione residenziale.

Paolo Magnino fotoMagnino chiede pertanto a chi faccia capo, ad oggi, la proprietà del padiglione “Gallo” e a chi competa la messa in sicurezza dell’immobile stesso. Nel caso sia di proprietà comunale, quali interventi pensa di mettere in atto l’Amministrazione comunale o, in caso contrario, se la stessa Amministrazione non ritenga di dover segnalare all’Ente competente lo stato di degrado dell’immobile.

 

DOWNLOAD – Interrogazione su proprietà e messa in sicurezza ex Ospedale

 

Condividi su Facebook

Un futuro “Peccati di Gola” senza ticket e con percorsi enogastronomici, culturali e musicali per le vie e piazze del centro storico di Mondovì 0

Posted on febbraio 10, 2016 by MoMo

Soddisfatti per la riunione su “Peccati di Gola” indetta dal Comune con le associazioni del territorio e pronti a collaborare attivamente

Manifestazione PiazzaIl Gruppo di Lavoro di MONDOVÌ in MOVIMENTO sul tema “Peccati di Gola”, riunitosi mercoledì 3 febbraio scorso preso l’Agriturismo Acquadolce di San Biagio, sta proseguendo nella sua analisi approfondita ed interdisciplinare della manifestazione, volta a rispolverare la filosofia e le principali caratteristiche delle primordiali edizioni.
Prendendo atto positivamente della convocazione che il Comune di Mondovì ha rivolto ai principali attori del territorio (Coldiretti, Confartigianato, Istituto Alberghiero, Slow Food, etc.) con l’intento di discutere proprio del futuro di Peccati di Gola e mettendosi a disposizione per una fattiva collaborazione, nell’ultimo incontro ci si è concentrati in particolare sugli eventi più o meno similari che annualmente si svolgono nel territorio cuneese, riscontrando tra le altre cose l’assenza di manifestazioni pensate unicamente come contenitori delle eccellenze di una precisa area geografica – e non quindi come vetrine di un singolo prodotto – e l’analoga mancanza di manifestazioni esclusivamente a pagamento. L’analisi comparativa ha parimenti consentito di scorgere anche la bontà della scelta temporale di Peccati di Gola, lontana in effetti da eventi simili rivolti al medesimo bacino di pubblico.
Le prime unanimi conclusioni del tavolo di lavoro portano nella direzione di una futura manifestazione con accesso completamente gratuito ai visitatori – o, eventualmente, con facoltativi percorsi degustativi e/o culturali a pagamento – e un’allocazione nelle vie e piazze di Breo e Piazza, con eventi musicali e culturali ad affiancare la presentazione e proposta enogastronomica di prodotti locali.
Al fine di meglio intercettare il gradimento e le aspettative dei produttori e dei visitatori, infine, si è deciso di realizzare appositi questionari da sottoporre agli uni e agli altri, utili per ponderare future strategie organizzative e comunicative. In tal senso un nuovo incontro mirato proprio alla creazione dei questionari suddetti e alla modalità di distribuzione degli stessi, verrà organizzato entro il 15/18 febbraio.
Si ricorda che il Gruppo di Lavoro è aperto al contributo di tutti e mette al centro la trasparenza e la condivisione delle informazioni.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

MONDOVI’ in MOVIMENTO aderisce a “Let’s clean up Europe” 0

Posted on maggio 06, 2015 by MoMo

Appuntamento sabato 9 maggio, alle ore 9.30, presso i giardini di Via della Cornice, per un’azione di raccolta e pulizia straordinaria organizzata dal Comune di Mondovì.

CleanEUIl Commissario Europeo all’Ambiente Janez Potocnik ha lanciato la campagna “Let’s Clean Up Europe” (www.ewwr.eu/lets-clean-up-europe): lotta contro il littering e l’abbandono di rifiuti. L’azione principale consiste nell’organizzazione del primo European Clean Up Day, giornata di recupero dei rifiuti abbandonati, che si terrà il 10 maggio in tutta Europa. L’iniziativa, alla prima edizione assoluta, ha l’adesione di 28 stati, inclusi alcuni paesi extra europei.
L’Italia aderisce con il Ministero dell’Ambiente e il comitato italiano che organizza la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti da ormai 4 anni di cui fanno parte lo stesso Ministero dell’Ambiente, Federambiente, Provincia di Roma, Provincia di Torino, R21 Network, Legambiente con la segreteria organizzativa di AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) e l’UNESCO come invitato permanente.
Il Comune di Mondovì aderisce all’iniziativa e lancia un invito rivolto a tutti i cittadini per un’azione di raccolta e pulizia straordinaria che si terrà sabato 9 maggio.

MONDOVI’ in MOVIMENTO ha già promosso numerose azioni di questo tipo , in diverse parti della città, perché l’attenzione attiva all’ambiente fa parte dei nostri principi e quindi risponde con convinzione e fattivamente all’invito del Comune.
Saranno presenti i Consiglieri di MONDOVI’ in MOVIMENTO e contiamo sulla presenza di tutti perché… INSIEME SI PUO’!
L’appuntamento è quindi per sabato 9 maggio, alle ore 9.30, presso i giardini di Via della Cornice.
Importante non dimenticare di portare un paio di guanti da lavoro e… l’immancabile maglietta arancione di MONDOVI’ in MOVIMENTO.

Condividi su Facebook

A Mondovì va in scena il Primo Maggio! 0

Posted on aprile 28, 2015 by MoMo

MONDOVI’ in MOVIMENTO porta al Teatro Bertola “Lavoro 2.0 – Per una nuova etica del Lavoro”. E la sera al CRB l’immancabile Concert1no!!!

A3_TEMPLATE_MoMo_manifesto2015Il Primo Maggio monregalese quest’anno si tinge di un’insolita e innovativa interdisciplinarità: non solo musica e balli, infatti, ma anche un confronto serio e costruttivo su una nuova etica del lavoro da radicare anche nel tessuto locale.
Su il sipario alle ore 17 circa presso i locali del Teatro Bertola per il Primo Atto: l’ex Presidente di MONDOVI’ in MOVIMENTO, Cesare Morandini, condurrà una variegata tavola rotonda alla quale siederanno giovani amministratori locali, intraprendenti professionisti, contadini originali e nuovi imprenditori, impegnati nella realizzazione di un’economia di comunione e di inclusione sociale.
Gli intermezzi musicali del trio Quarantadue (Ilaria Ottonello, Paolo Rolfi e Greta Urani) lasceranno poi spazio a poster, video e slide per un Secondo Atto all’insegna delle esperienze lavorative più singolari: dalle fattorie biologiche al co-working in ambito commerciale, dall’allevamento bovino alla mutua autogestione. Presenti in tal senso anche Massimiliano Campana e Davide Masera, Segretari Generali CISL e CGIL della Provincia di Cuneo, sostenitori dell’iniziativa.

Dalle 20.30 nel vicino Circolo Ricreativo del Borgato, infine, l’esibizione di quattro giovani band monregalesi:
18 dicembre   –   Norfolks   –   Niro   –   La teiera di Russel.
Una giornata particolarmente intensa, patrocinata dal Comune di Mondovì e dal Circolo Ricreativo del Borgato e resa possibile dall’entusiasmo dei volontari di MONDOVI’ in MOVIMENTO, dalla collaborazione del Comizio Agrario di Mondovì e dalla sponsorizzazione di Gastaldi Assicurazioni. Una manifestazione dal format inedito, insomma, perfettamente in linea con un’ottica lavorativa da 2.0!

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

A4_TEMPLATE_MoMo_programma2015-2

 

 

Condividi su Facebook

Paolo Magnino propone al Comune di Mondovì l’adozione del nuovo sistema anticorruzione “whistleblowing” 0

Posted on novembre 17, 2014 by MoMo

Whistle-blowing

Milano è il primo Comune italiano ad aver adottato – a seguito della proposta del Consigliere comunale e Presidente della Commissione antimafia a Palazzo Marino, David Gentili – il “Whistleblowing” (in inglese “soffiare nel fischietto”): una procedura a favore della trasparenza che prevede la possibilità, da parte di un dipendente di un ente pubblico, di denunciare – attraverso la semplice compilazione di una scheda presente su una rete informatica ed in forma strettamente riservata, anche se non anonima – qualsiasi attività sospetta di corruzione, concussione, peculato, turbativa d’asta e in generale qualsiasi reato contro la Pubblica Amministrazione.
Il Whistleblowing è un sistema anti-corruzione da tempo predisposto da Nazioni Unite, OCSE e Consiglio d’Europa e l’introduzione di questo strumento è considerato vincolante nel quadro degli adempimenti derivanti dalla Convenzione Ocse del 1997 e dalla Convenzione civile del Consiglio d’Europa del ‘99 e raccomandato dalla Convenzione Onu contro la corruzione del 2003.

Nel sistema italiano la “legge anticorruzione” prevede la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni di adottare tale procedura a favore della trasparenza, consentendo ad un dipendente di un ente pubblico di denunciare al superiore gerarchico “condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro” – non solo ipotesi di reato ma anche mere irregolarità – mediante appositi moduli diffondibili via intranet.
La normativa tutela il denunciante che non potrà “essere licenziato o sottoposto ad una misura discriminatoria, diretta o indiretta, aventi effetti sulle condizioni di lavoro per motivi collegati direttamente o indirettamente alla denuncia.”. Inoltre, ai soli fini del possibile procedimento disciplinare, l’identità del segnalante non può essere rivelata, tranne in pochissimi casi, senza il suo consenso.
L’Azienda Sanitaria di Cuneo – A.S.L. CN1 – si è già dotata della procedura del “Whistleblowing”.

Il Capogruppo del Gruppo consiliare di MONDOVI’ in MOVIMENTO, Paolo Magnino, chiede al Sindaco Viglione, in un’interrogazione depositata alcuni giorni fa, se l’Amministrazione Comunale di Mondovì intenda adottare, nel quadro del proprio piano anticorruzione, il medesimo provvedimento.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sul’adozione da parte del Comune di Mondovì del nuovo sistema anticorruzione “Whistleblowing”

 

Condividi su Facebook

Quale futuro per la rete distributiva del gas metano a Mondovì? 0

Posted on settembre 29, 2014 by MoMo

MetanoL’accordo di distribuzione del metano nel territorio del Comune di Mondovì ha consentito, nel recente passato, l’incasso di importanti royalties a favore della città e l’estensione – a carico della Società che svolge il servizio – della rete di distribuzione a Sant’Anna Avagnina, nella zona di Via Torino (nei pressi della nuova caserma dei Carabinieri) ed a Carassone in Via G.B Ressia. Vi sono altre zone della città di Mondovì attualmente interessate all’ampliamento della rete; in particolare la zona del Beila e di Mezzavia.
In data 11 febbraio 2014 scadeva il termine entro il quale il Comune capoluogo di provincia (Cuneo) doveva convocare gli Enti Locali appartenenti all’ambito “Cuneo 2 – Città di Cuneo e Sud” (tra i quali il Comune di Mondovì) affinché questi demandassero allo stesso Comune di Cuneo il ruolo di stazione appaltante per la gestione della gara per l’affidamento del servizio di distribuzione di gas naturale.

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO Magnino, Gambera e Tarolli – chiedono attraverso un’interrogazione al Sindaco se la Città di Cuneo abbia dato corso alla nuova gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas naturale ed in caso affermativo quale esito essa abbia avuto, quali ricadute positive abbia prodotto a favore del territorio della Città di Mondovì in termini di royalties e di km di estensione della rete distributiva del metano e quali zone nel territorio del Comune di Mondovì l’Amministrazione Civica monregalese ritenga prioritarie per tale ampliamento.

 

DOWNLOAD – Interrogazione sull’ampliamento della rete distributiva del Metano a Mondovì

 

Condividi su Facebook

Necessarie maggiore trasparenza ed informazione sui conti e la gestione di MONDOACQUA Spa 0

Posted on giugno 26, 2014 by MoMo

La società MONDOACQUA Spa, utility a partecipazione pubblico/ privata, è rimasta l’unica società partecipata dal  Comune di Mondovì, che ne detiene il 33% del capitale. L’assemblea della società ha nominato tre rappresentanti indicati dall’Amministrazione Viglione nel Consiglio d’Amministrazione, tra cui il Presidente.

Nel corso di un’audizione avvenuta oltre un anno fa i responsabili della società hanno riferito al Consiglio Comunale, alla presenza del Presidente del Consiglio, dell’Assessore competente e dei soli Consiglieri comunali di opposizione. Dell’andamento della società non si ha alcun adeguato riscontro nel Bilancio Previsionale 2014 e nella relazione al Bilancio Comunale 2014 che riporta sinteticamente solo il risultato economico d’esercizio, il risultato operativo della gestione ed alcuni indici del bilancio 2012 di MONDOACQUA SPA non confrontabili né con  gli scorsi esercizi né con altre aziende dello stessa settore di appartenenza. Non sono noti l’ammontare e le tipologie degli investimenti effettuati nel corso del 2013 né quelli  previsti dalla società per il 2014 e gli anni seguenti (priorità ed interventi di miglioria e sostituzione della rete idrica e fognaria, rifacimento del depuratore comunale) e neppure il grado di soddisfazione della clientela/ utenza rispetto al servizio prestato.

In pieno accordo con i Revisori dei conti del Comune di Mondovì quando, nel loro parere al bilancio 2014 del Comune, affermano che “è opportuno un attento monitoraggio dell’andamento di ogni soggetto partecipato (al fine di essere tempestivamente a conoscenza delle evoluzioni gestionali, economiche e patrimoniali)”, i Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO Magnino, Gambera e Tarolli – hanno presentato un’interrogazione al Sindaco nella quale chiedono se esistano dei contenziosi aperti tra il Comune di Mondovì e MONDOACQUA SPA, se si prevedano delle modifiche nella composizione azionaria della società (ingresso di nuovi soci, uscita di quelli vecchi) e se la Giunta Comunale intenda convocare i vertici della società ed i rappresentanti del Comune di Mondovì perché riferiscano al Consiglio Comunale sull’andamento gestionale e sulle scelte aziendali.

 

DOWNLOAD – Interrogazione su MONDOACQUA Spa, società partecipata dal Comune di Mondovì

 

Condividi su Facebook

Il Comune ridiscuta con le banche nuove agevolazioni sui mutui per l’acquisto o la ristrutturazione di immobili nei centri storici di Mondovì 0

Posted on giugno 24, 2014 by MoMo

Il Comune di Mondovì, durante l’Amministrazione guidata dal Sindaco Vaschetti, aveva stipulato una convenzione con gli istituti bancari operanti sul territorio monregalese legata all’acquisto o alla ristrutturazione di abitazioni ed immobili prima casa nel centro storico di Mondovì, con la quale il Comune rimborsava, annualmente, una parte della quota interessi (1%). Tale  convenzione è scaduta e non è più stata rinnovata e rifinanziata.
A Mondovì la popolazione è rimasta pressoché costante negli anni ma si è spostata nei rioni “nuovi”, di recente edificazione, lasciando i centri storici sempre più vuoti e disabitati. La Giunta Viglione ha inteso investire sul “piano colore”, sul rifacimento della pavimentazione di intere strade, sul nuovo arredo urbano, sull’illuminazione e sui progetti di riqualificazione urbana legati anche al commercio.

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO – consapevoli che il rilancio dei centri storici può ripartire esclusivamente dall’aumento della residenzialità – chiedono,  con un’interrogazione presentatata ad inizio aprile che verrà finalmente discussa nel prossimo Consiglio comunale di lunedì 30 giugno – se l’Amministrazione comunale intenda prendere in considerazione la stipula di una nuova convenzione con gli istituti bancari – anche con caratteristiche diverse dalla precedente – al fine di agevolare l’avvio di un processo di ripopolamento dei centri storici. 

 

DOWNLOAD – Interrogazione sul ripristino della convenzione su mutui ipotecari per l’acquisto o alla ristrutturazione della prima casa nei centri storici

 

Condividi su Facebook

“L’albero e la foresta” 0

Posted on maggio 28, 2014 by MoMo

Scalpore e indignazione hanno provocato, su settimanali e social network, le scritte deturpanti sullo scalone del Monumento ai Caduti della Resistenza. In cinque minuti di bomboletta ecco l’albero che cade, riempiendo di echi sgradevoli la città, che quel monumento aveva costruito per fare da supporto alla memoria.
C’è però una foresta che cresce, ormai da anni, compiendo il gesto esattamente opposto. Con un’iniziativa chiamata Marmi Monregalesi, guidati dall’abile Marco Roascio, il gruppo di MONDOVI’ in MOVIMENTO ha ripulito molte targhe indicatorie delle vie cittadine da muffe,  licheni, cuoricini e pennarelli, con una particolare concentrazione nella zona dell’Altipiano Vecchio. Dall’Ufficio Tecnico del Comune sono sempre arrivate appoggio e collaborazione, specie per le operazioni di smontaggio e rimontaggio delle targhe nei rispettivi siti. In occasione del recente 25 aprile, poi, la sua attenzione si è rivolta ai cippi commemorativi dei caduti della Resistenza, in collaborazione con l’ANPI, a anche lì, al lavoro con spugne e abrasivi, sotto il nome di Pietre Resistenti.

E’ lo stile di MONDOVI’ in MOVIMENTO: cittadini che, dopo aver sollecitato l’amministrazione a fare tutto quanto sta nei suoi compiti, rifiuta la posizione di chi siede ed aspetta, ben sapendo che il valore politico e formativo per la cittadinanza di un gesto efficace è di gran lunga superiore a cento lamentele. Allo stesso modo, dopo aver denunciato incuria e stili di “smaltimento” barbari da parte dei propri concittadini, periodicamente, MONDOVI’ in MOVIMENTO attiva il suo “Puliamo Mondovì“, e scende con magliette arancioni e sacchi della spazzatura a ripulire strade, periferiche o meno. L’esempio ha fatto scuola, come insegna una recente e bella iniziativa simile di MondoQui alla Stazione FS. 

Ora: ciò che MONDOVI’ in MOVIMENTO fa,  lo fa a nome dei cittadini, con lo scopo di coinvolgerli sempre più e di farsi motore di una sensibilità e di una azione collettive. Offre quindi immediatamente la sua opera per il restauro dello Scalone, al fianco di tutti quei cittadini che intenderanno rimboccarsi le maniche per la propria città.
Chiede però soprattutto di poter anche continuare con il restauro delle targhe delle strade per Marmi Monregalesi. Infatti dopo l’intensa collaborazione con il Comune, da tempo la ricollocazione delle targhe restaurate e la fornitura di nuove targhe da ripulire presso il laboratorio allestito nel Quartiere pare infatti essersi arenata, senza alcuna ragione apparente, a fronte di una immutata disponibilità a lavorare, come sempre, a titolo completamente gratuito.
Il frastuono dell’albero caduto ci ha scosso tutti, e ci ha ricordato che non sono spray e pennarelli il problema, ma l’incoscienza dei cervelli che li manovrano (male). Su quei cervelli intende agire Marmi Monregalesi: non fermiamolo!

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Targa di Via Eula con vernice spry

Targa di Via Eula ripulita

Condividi su Facebook

Concert1no del Primo Maggio: esperienza sicuramente da ripetere! 0

Posted on maggio 07, 2014 by MoMo

LITIO

Le emozioni vengono trattenute per minuti, ore, giorni, settimane; si stratificano l’una sull’altra, in attesa dell’evento culminante: la quiete che aleggia prima di una tempesta.
L’immagine del mattino del primo maggio: una piazza Ellero vuota, un voluminoso palco sotto l’ala mercatale e ben poco altro. Nell’arco di poche ore lo spazio si riempie di persone, di grida di festa, di echi di bambini, di pensieri e di suoni, fino a notte fonda. E poi, allo scoccare della mezzanotte, come in un sogno, l’immagine torna quella del mattino.

Si è chiusa con tanti sorrisi, affaticati forse, ma pieni di soddisfazione la carrellata del “Concert1no del Primo Maggio” organizzata da MONDOVI’ in MOVIMENTO con il patrocinio dei sindacati CGIL, CISL e UIL e del Comune di Mondovì. Il bilancio di questa prima edizione è senza dubbio più che positivo: il bel tempo ha aiutato a richiamare le persone, specie nella prima parte della kermesse quando le famiglie, dopo le scampagnate fuori porta o le grigliate a casa, sono uscite per sgranchirsi le gambe.
Lo staff della Pro Loco delle Frazioni ha cominciato molto presto a somministrare panini e bevande in fondo all’ala mercatale, quando la voce di Marlen Pizzo ancora lanciava le prime band sul palco. A scaldare l’atmosfera ci hanno pensato i giovani From Hell To Breakfast prima e The Ezeflock dopo, band locali di studenti di scuole superiori che nonostante la giovane età hanno saputo mettere in mostra grandi qualità. Se il buon giorno si vede dal mattino ne vedremo sicuramente delle belle. A seguire, i più piccini hanno potuto ammirare prima, e confrontarsi in modo diretto poi, il gioco e le arti della giocoleria dell’Albero del Macramé.

ASTROLABIO

La fase della giornata dedicata ai temi sociali ha avuto il momento di maggiore scambio di idee nell’intervento di Mario Gala, riconosciuto allevatore di Murazzano che, nella sua azienda agricola Il Finocchio Verde, promuove lo sviluppo della cultura agricola e rurale attraverso il sistema di scambio di conoscenza del wwoof. La musica cantautorale di Lizziweil prima, lo spazio teatrale con l’associazione Astrolabio poi, il rock and roll sagace e scanzonato dei Litio e la conclusione con il breve reading di Jacopo Ramonda in presentazione del suo libro di prose brevi “Una Lughissima Rincorsa”, hanno segnato una fase della giornata in cui si è cercato di dare spazio alla parola ed allo sviluppo del pensiero.
Le cover degli Ammaccabanane hanno chiuso idealmente il pomeriggio pronti per lanciare la manifestazione verso la serata, fase clou, aperta magistralmente dal suono intenso e potente dei Deadman’s Miracle, che hanno letteralmente catturato il pubblico con il loro rock stoner fatto di cuore ed energia. Il suono dei Kippi’s è sceso lungo un’ideale direttrice Mondovì-Torino da Savigliano, con le luci della sera, un suono caldo e profondo pronto a spiccare il volo verso gli States (dove la band si dirigerà in tour in estate).

AMMACCABANANE

Nonostante il tempo poco propizio, a causa della presenza di una fredda brezza, la temperatura sotto l’ala mercatale di Piazza Ellero è poco per volta aumentata: ci hanno pensato i bravi danzatori di breakdance guidati dal giovane monregalese Mini e supportati dall’assistenza musicale di Jailrock e dal rap “made MondoVIP” a creare il momento di maggiore coinvolgimento della piazza, perfetto trampolino di lancio per gli ultimi due live degli oscuri e affascinanti Deb e I Mostri e delle Officine Le Falci, che hanno chiuso in bellezza, con un sound tutto all’insegna della sperimentazione, la manifestazione.

Ed è così calato il sipario su di una giornata fatta di pensieri seri e di sorrisi, di fatica e gioia, di musica e parole. Abbassate prima e spente poi le luci, nel silenzio della piazza ancora uno strano rumore, lieve, in sottofondo: come un ronzio di una mosca che ha ancora voglia di girare per le strade di Mondovì e di non abbandonare all’estemporaneità di un momento una manifestazione come quella appena trascorsa del Concert1no del Primo Maggio.

Condividi su Facebook

Con quali criteri vengono effettuate le nomine di rappresentanti del Comune di Mondovì in enti e partecipate? 0

Posted on febbraio 18, 2014 by MoMo

Il Sindaco nomina rappresentanti del Comune di Mondovì in Enti – Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Colonia Agricola del Beila, Istituto Casati, Consorzio Servizi Socio Assistenziali – e partecipate, come Mondo Acqua SpA. Alcuni di questi incarichi sono retribuiti con gettoni di presenza, rimborsi spese e rimborsi chilometrici, altri sono interamente a titolo gratuito.

Magnino, Gambera e Tarolli – del gruppo consiliare di MONDOVI’ in MOVIMENTO – chiedono al Sindaco Viglione quali siano i  criteri che ispirino le scelte che lo stesso compie per tali nomine.

 

DOWNOLAD – Interrogazione sui criteri utilizzati per le nomine dei rappresentanti del Comune di Mondovì

 

Condividi su Facebook
  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top