Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento



“Un pomeriggio per ritrovare la voglia di fare politica” 0

Posted on marzo 29, 2017 by MoMo

Resoconto dell’incontro “Verso un Comune Virtuoso” della moderatrice Irene Borgna

Verso un Comune Virtuoso Foto 4Di fronte a un pubblico numeroso e molto partecipativo (non poteva essere diversamente!), si è tenuto sabato pomeriggio a Mondovì l’incontro ”Verso un Comune virtuoso”, organizzato da MONDOVI’ in MOVIMENTO.
Il comune denominatore degli interventi dei tre relatori è stato il bisogno di riconquistare la fiducia dei cittadini, restituendo agli attori della democrazia i rispettivi ruoli. Quali? Ai cittadini riuniti in una comunità attiva, informata e coinvolta spetta il compito di partecipare ai processi decisionali, agli amministratori l’incarico di indirizzare e concretizzare le scelte con umiltà, spirito di servizio e nell’ottica del bene comune. Come si riguadagna la fiducia? Dando l’unico esempio possibile – il buon esempio.

È quello che fanno ogni giorno in silenzio, con capacità, onestà e scarsi mezzi, centinaia di giunte comunali in Italia, alla faccia di chi ripete – per aumentare la distanza e il disamore delle persone – che tanto i politici “sono tutti uguali”. Alcune realtà comunali particolarmente efficaci nell’operare a favore di una armonVerso un Comune Virtuoso Foto 1iosa e sostenibile gestione dei propri territori si sono riunite a partire dal 2005 nell’Associazione Nazionale dei Comuni Virtuosi (www.comunivirtuosi.org). Che cosa fanno questi Comuni? Si impegnano a diffondere verso i cittadini nuove consapevolezze e stili di vita all’insegna della sostenibilità, sperimentando e condividendo buone pratiche attraverso l’attuazione di progetti concreti, ed economicamente vantaggiosi, legati alla gestione del territorio, all’efficienza e al risparmio energetico, a nuovi stili di vita e alla partecipazione attiva dei cittadini. Di questa bella esperienza che dura da ormai dodici anni ha parlato con passione il coordinatore dell’Associazione Marco Boschini.

Un altro buon esempio è venuto dal vicepresidente di ANCI Piemonte e assessore del Comune di Villanova Michele Pianetta, che ha portato la sua esperienza come delegato all’Innovazione: un percorso faticoso verso la digitalizzazione delle amministrazioni e dei territori, in grado di offrire nuove opportunità alle comunità locali, ma che si scontra ancora troppo spesso con la lentezza di alcune realtà e con la miopia di quanti ancora guardano con sospetto chi entra in politica a meno di 50 anni.

Verso un Comune Virtuoso Foto 5

Un ottimo, originalissimo, irripetibile esempio è arrivato poi direttamente dall’altra sponda dell’Oceano Atlantico, con un collegamento in diretta Mondovì-Bogotà. Dall’appartamento dell’ex “supercittadino di Bogotà”, il regista e scrittore Sandro Bozzolo ha raccontato come un sindaco decisamente “fuori dal comune”, Antanas Mockus, sia riuscito a trasformare nel corso di due mandati il volto di una delle metropoli più caotiche e violente del mondo con nuovi strumenti (la pedagogia e il gioco, due parole bandite dall’attuale dibattito politico) e un nuovo linguaggio – semplice, dritto alla testa e alla coscienza delle persone.
Fare di sei milioni di cittadini diffidenti, scettici e delusi una comunità partecipe e attiva; arginare la piaga dell’alcolismo con una legge diventata un simbolo e uno slogan – la “Legge Carota” e sponsorizzarla calzando il costume di una carota gigante, neutralizzare il traffico fuori controllo sostituendo ai vigili urbani un esercito di clown o mimi – questi sono solo alcuni degli obiettivi eccezionali raggiunti dal sindaco di Bogotà. Risultati incredibili raggiunti con sistemi totalmente rivoluzionari – che se di certo non possono essere importati tali e quali nelle nostre realtà, insegnano che non c’è territorio, per disastrato che sia, classificabile come irrecuperabile – a patto individuare le strategie e i linguaggi giusti per operare il cambiamento, con fantasia e senza paura di uscire dagli schemi della politica tradizionale.

Verso un Comune Virtuoso Foto 6Quello di sabato è stato un incontro all’insegna di temi trasversali, che interessano tutti e che non hanno nessun colore o schieramento, come la riduzione dell’impronta ecologica (delle strutture pubbliche e dell’intero territorio), lo smaltimento dei rifiuti, la mobilità sostenibile, l’interruzione del consumo del suolo che sta deturpando il nostro territorio, l’educazione alla bellezza, il ritorno a una progettazione di ampio respiro capace di guardare oltre i traguardi effimeri, buoni solo per garantire una facile rielezione. Non poteva esserci un appuntamento migliore per avvicinarsi con ancora maggiore consapevolezza all’appuntamento elettorale della tarda primavera, con l’augurio che si trasformi davvero in un’occasione per la comunità monregalese di incontrarsi, partecipare e agire nell’interesse condiviso del territorio, dei suoi abitanti attuali e delle generazioni che raccoglieranno i frutti o pagheranno i debiti delle decisioni prese oggi.

Irene Borgna
(moderatrice dell’incontro)

Condividi su Facebook

La città di Mondovì aderisca all’Associazione dei Comuni Virtuosi 0

Posted on novembre 12, 2013 by MoMo

I Consiglieri comunali di MONDOVI’ in MOVIMENTO  (Paolo Magnino, Giovanni Gambera  e Stefano Tarolli), del “Movimento Cinque Stelle” (Federico Costamagna), di “Scelta Civica” (Luca Borsarelli) e Mario Bovetti hanno richiesto la discussione – nel corso del prossimo Consiglio Comunale – dell’Ordine del Giorno relativo alla proposta di adesione della Città di Mondovì all’Associazione dei Comuni Virtuosi.

 

IL CONSIGLIO COMUNALE

Premesso che

–     Nel maggio del 2005 è stata costituita tra i comuni di Monsano (AN), Colorno (PR), Melpignano (LE) e Vezzano Ligure (SP) l’Associazione dei Comuni Virtuosi;
–     L’Associazione nazionale dei Comuni Virtuosi  è una rete di Enti locali, che opera a favore di una armoniosa e sostenibile gestione dei propri territori, diffondendo verso i cittadini nuove consapevolezze e stili di vita all’insegna della sostenibilità, sperimentando buone pratiche attraverso l’attuazione di progetti concreti, ed economicamente vantaggiosi, legati alla gestione del territorio, all’efficienza e al risparmio energetico, a nuovi stili di vita e alla partecipazione attiva dei cittadini.
–     L’Associazione ritiene che sia necessario diminuire l’impronta ecologica di un Ente locale, attraverso una proposta culturale, un modello di de-crescita attento alla conservazione delle risorse, alla compatibilità ambientale e alla valorizzazione delle differenze locali.
–    L’Associazione nasce per promuovere un progetto culturale, la cultura del buon senso, per creare una forte sinergia tra realtà anche molto diverse tra loro, ma dalla cui relazione può emergere un forte impulso all’affermazione di scelte e stili di vita attenti alla conservazione dell’ambiente. Per promuovere la cultura del buon senso occorre coinvolgere la comunità intera ed il Comune, quale punto di riferimento per la comunità.
–     L’Associazione intende promuovere verso le Pubbliche Amministrazioni un modello che tenga responsabilmente conto delle risorse disponibili, che possa essere sostenuto nel tempo e quindi durevole, ponendo come centralità dell’azione politica e amministrativa la questione ambientale. Per ambire e raggiungere tale obbiettivo, occorre puntare sulle risorse migliori: la qualità della vita, del paesaggio e dell’ambiente, della storia e della cultura di ogni luogo. Occorre consumare meno territorio, meno energia e meno risorse per ottenere risultati migliori, senza abbassare il livello delle garanzie sociali e ambientali.

considerato che

 –     l’Associazione nazionale dei Comuni Virtuosi permette l’adesione dei Comuni e degli Enti locali attraverso il seguente percorso:

  1. richiesta di adesione tramite la compilazione del “Modulo di richiesta di iscrizione all’Associazione dei Comuni Virtuosi”, predisposto dal Comitato Direttivo.
  2. adozione di una Delibera di Consiglio Comunale in cui si approva lo Statuto e il Regolamento  dell’Associazione;
  3. sottoscrizione di una quota annuale di adesione all’associazione, che varia a seconda del numero di abitanti residenti nell’anno precedente;
  4. impegno a promuovere sul proprio territorio uno o più progetti concreti che rientrano nelle cinque linee guida individuate dall’Associazione:
    – Gestione del territorio –
    (Opzione cementificazione zero, recupero e riqualificazione aree dismesse, progettazione e programmazione del territorio partecipata, bioedilizia, etc.);
    – Impronta ecologica della macchina comunale –
    (efficienza energetica, acquisti verdi, mense biologiche, etc.);
    – Rifiuti –
    (raccolta differenziata porta a porta spinta, progetti per la riduzione dei rifiuti e riuso,etc);
    – Mobilità sostenibile –
    (car-sharing, car-pooling, trasporto pubblico integrato, piedibus, scelta di carburanti alternativi al petrolio e meno inquinanti, etc.);
    – Nuovi stili di vita –
    (progetti per stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili, quali: autoproduzione, filiera corta, cibo biologico e di stagione, sostegno alla costituzione di gruppi di acquisto, turismo ed ospitalità sostenibili, promozione della cultura della pace, cooperazione e solidarietà, disimballo dei territori, diffusione commercio equo e solidale, autoproduzione, finanza etica, etc.).

Visto che

–     All’Associazione dei Comuni Virtuosi aderiscono in modo trasversale amministrazioni a guida politica civica di diversa estrazione e provenienza disposte a condividere progetti concreti e “buone pratiche”, aperti alla “contaminazione” ed allo scambio di esperienze

 IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA A

 –     promuovere i passi necessari alla formalizzazione della richiesta finalizzata all’adesione della Città di Mondovì all’Associazione dei Comuni Virtuosi.

 

DOWNLOAD – O.d.G. sull’adesione di Mondovì all’Associazione dei Comuni Virtuosi

 

DOWNLOAD – Regolamento dell’Associazione dei Comuni Virtuosi
DOWNLOAD – Statuto e Manifesto dell’Associazione dei Comuni Virtuosi

 

Condividi su Facebook
  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top