Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento


Idee, suggerimenti, critiche

.
La costituzione di un movimento civico è un processo complesso e articolato, che richiede una grande dose di pazienza e di maturità, per confrontarsi a tutto campo e trovare poi le opportune forme di mediazione al rialzo in cui si possa riconoscere il numero maggiore di persone.
Per portare avanti questo progetto è necessario perciò l’apporto di tutti e ogni idea è bene accetta, per provare a fare le cose sempre meglio.
Se hai suggerimenti, osservazioni, proposte, critiche sull’attività del nostro movimento in questa sezione del sito puoi presentarle all’attenzione degli altri.
La trasparenza che giustamente esigiamo dalle istituzioni deve essere praticata anzitutto da noi.

Condividi su Facebook

8 to “Idee, suggerimenti, critiche”

  1. schmidl peter scrive:

    Vedo nei vostri sondaggi la prima dimenticanza,dove restano i diversamente abili??
    e tra chi ha fondato momo ci sono di nuovo elementi politici?? o persone che vogliono di nuovo semplicamente entrare in comune per scopi personali come e successo alle ultime elezioni.
    Abbiamo un sindaco disabile ma non fa niente per disabili… no peggio li ostacola. Dove sono le vostre proposte??
    Manca nei sondaggi MONDOVICINO: cosa si possa fare e che alternative ci sono? ci sono ma nessuno si vuole mettere contro il sig.C li.
    Per i giovani si può fare tanto, per esemp. pista rollerblade,scateboard,lago artificiale,campo calcio,pallavolo,tennis, etc, luoghi di aggregazione e di discussione.
    Rinforzamento navetta mondovicino-mondovi e contrario.
    Viviamo una realta della scuola che è stato distrutta dal governo. Che priorità volete dare alle scuole quando non abbiamo neanche piu l’università?
    Bloccare nuove cantieri come altipiano bis ,in breo ci sono cosi tanti alloggi liberi che si possono fare 2 alti.bis!!!
    Zona pedonale in via Beccaria,visto la impossibilita di un marciapiede, da “Bug pc” fino in via Allessandria. Adesso che via trona e chiuso per almeno 2 anni si vede che e possibil.
    Riformulate il vostro sondaggio a cose reali e fattibili. Con i soldi che ci sono e non sogni!!! Facilitare aperture negozi, meno ostilita da parte del Comune per nuove aperture.
    Fate la vostra mossa
    sincero BILL

    • stefano collica scrive:

      Gentile Schmidl, le tue proposte sono sagge e civili, ti parlo con sincerità e punto di vista personale. Non so se sei tra coloro che frequentano le riunioni , se ci osservi da ” lontano” . Di sicuro sento la mancanza di ciò che scrivi, lo condivido. Ma l’unica maniera per partecipare al Cambiamento è, appunto, PARTECIPARE. Vieni con noi, se già non lo fai e spenditi in questo tentativo. Io ne sarei felice. E credo anche altri di questo Movimento. Vuoi ? Spero di si. Ciao. Stefano.

  2. Sabina scrive:

    Vanno molto di moda i concetti di ecosostenibilità, risparmio energetico, bioedilizia etc. Gli edifici pubblici, però, in contrapposizione a questa mentalità che a partire dal protocollo di Kyoto ci vogliono inculcare, in genere sono vecchi, con molti ponti termici, impianti desueti: in poche parole sprecano l’inverosimile. Immagino ci siano finanziamenti regionali o europei, bandi, progetti pilota per cercare di migliorare l’efficienza energetica di questo tipo di fabbricato. Perché non pensare a qualche progetto simile per gli edifici pubblici di Mondovì. Non parlo solo di involucro architettonico o impianti; forse il primo passo è anche il comportamento, come si vivono gli edifici: porte spalancate significa fuoriuscita di calore, luci sempre accese significa spreco di energia elettrica. Cambiare comportamento può voler dire sprecare di meno. si può iniziare da un progetto pilota, capire quanto consuma un edificio, capire come il comportamento degli utenti, possa modificare questo consumo e poi dallo studio di questi dati, iniziare a modificare il fabbricato stesso, pensando ad interventi sugli elementi architettonici e sugli impianti. Per la prima fase si potrebbero coinvolgere le scuole, tanto per cambiare; ma è sui ragazzi giovani che si deve puntare per cambiare la mentalità. un pensiero buttato lì, prima di andare a dormire. Sabina

  3. stefano collica scrive:

    Stefano Collica
    Ma l’assessore Rosso intervenuto al convegno sul PAESAGGIO MONREGALESE , è lo stesso che vuole acquisire l’area ex Italgas per farci un posteggio ? Non basta quello al piazzale dei RAVANET ? Con un ponticello di poche decine di migliaia di euro, si potrebbe creare una passerella a fianco ed in basso della sopraelevata sull’Ellero che sbuchi sulla piazza del bar Scudo, mentre quell’aria Italgas, una volta acquisita, potrebbe consentire un allargamento del giardino dietro i vigili a monte di quell’aria e renderla accessibile con alta passerella persino dal mercato di corso Statuto. FORSE E TROPPO FACILE E POCO COSTOSA QUESTA SOLUZIONE O NON CI VOGLIONO PENSARE ?

  4. Anna scrive:

    Se io fossi sindaco… bè ecco, sono convinta che stranamente escono sempre gli stessi del solito giro e penso che non ci sia posto per gente nuova, gente umile, gente che metterebbe Mondovì prima dei propri affari personali, perchè se hai voglia di fare, ti legano le ali prima che tu possa iniziare a volare…perchè va sempre così, ovunque, a Roma come da noi, nel piccolo … è per questo che mi spiace dire che, a oggi, ho perso tutta la fiducia possibile e non ho più intenzione di partecipare a nessuna riunione del genere, dove alla fine da parte mia si risolve tutto con un gran mal di stomaco portato dal nervoso.
    Vorrei solo sottolineare a chi passa da qua, quello che sto notando io della nostra città.
    Ho 30 anni, sono nata a Mondovì e non è mia intenzione andarmene, perchè amo la mia città, però ripeto, ho 30 anni, e ancora non sono riuscita a avere una casa mia, per essere indipendente dai miei e farmi una vita non da “bambocciona”, ancora non sono riuscita a avere un lavoro nella mia città e così mi mangio lo stipendio per andare a lavorare fuori… io credo che chiunque diventerà sindaco, dovrebbe occuparsi di queste problematiche, io posso aspettare ma una coppia che magari vuole sposarsi, vuole formarsi una famiglia è logico che va in altri paesi a vivere dove le case costano meno, ed è in questi paesi che faranno crescere i figli, qui andranno a scuola e a Mondovì chi rimane??? Per quale ragione a Villanova, a Magliano ecc… gli immobili costano meno, non sono forse sempre fatte di mattoni queste case?
    Ora ci sarà sto famoso altipiano bis, ma per chi sono ste case se nessuno può permettersele???
    Perchè invece di mettere cemento su cemento non date la possibilità a chi ha un terreno edificabile di costruire come sarebbe giusto e invece no, certi devono essere d’accordo con i proprietari confinanti e costruire tutti insieme. Ma da quandooooooooo? se uno è fortunato ad avere un pezzo di terra ci deve poter far sopra la sua casa!!
    Un sindaco deve fare in modo di aumentare la popolazione ma non solo dicendo grazie agli immigrati sempre più numerosi, perchè va bene, ormai dobbiamo convivere con loro ma ci siamo anche noi!!! un sindaco non deve farsi scappare i monregalesi doc, che se ne vanno perchè esausti.
    Come mai nella nostra zona industriale, non si riescono a fare arrivare delle aziende che preferiscono insediarsi nei paesi confinanti piuttosto di venire da noi?? si creerebbero posti di lavoro. Come mai si vuole spingere il commerciante di Breo ma poi non si da la possibilità alla gente di poter parcheggiare per andare a fare le compere, se non a pagamento. E’ logico che si preferiscono i supermercati, mondovicino o le grandi distribuzioni e il commerciante, che fa? chiude baracca e burattini.
    Ho letto proprio oggi, la decisione di aumentare l’addizionale irpef, perchè ogni volta toccare nelle tasche dei cittadini? perchè avete messo la raccolta differenziata ma la fattura dell’acem era più alta di prima? vi stiamo lavando nel vero senso della parola i rifiuti e ci ripagate così, non ha senso.
    Io lavoro in una ditta che tra i suoi clienti ha gli enti pubblici, e vedo quanto spreco di soldi pubblici ci sono. Invece di toccare sempre nelle nostre tasche bisognerebbe prima risparmiare, abolendo ad esempio lavori senza senso che si fanno, sprechi, personale che va a rilento, bustarelle e favori vari solo perchè si è dipendente di questo o quel comune DEVONO FINIRE!.

    Poi ci sarebbero centinaia di altre cose… in riferimento alle problematiche della mia zona che è Via Tiro a Segno, mi vengono in mente, l’asfalto che fa schifo, la costruzione della rotonda nel bivio via Cuneo, Via S. Anna, Via Tiro a segno (o se questo è troppo costoso) forse tanti incidenti si eviterebbero mettendo via Tiro a Segno con la possibilità di entrare solo da via Sant’Anna e uscire solo da Via Cuneo….multe a chi lascia gli escrementi del cane sui marciapiedi, ma salate!!! sarebbe bello poter andare a passeggio guardando una volta su e non sempre facendo attenzione a dove si mettono i piedi.
    Sono anni che chiediamo una pensilina per il pullman, i bambini stanno alla pioggia e alla neve.
    Pulizia del piccolo parco giochi che dopo anni di lotta abbiamo ottenuto, pulizia del boschetto dietro il tiro a segno che fa veramente SCHIFO!
    Mi fermo, immagino che queste mie cose non verranno lette da nessuno ma almeno mi sono un attimo “sfogata”.
    In cuore mio spero che chiunque diventi sindaco si occupi finalmente di NOI e ci metta tutti sullo stesso piano!

  5. Enrico scrive:

    …ma vi siete bevuti il cervello? la scelta di apparentarvi con Bovetti non mi sembra una gran trovata. Al di là del fatto che Bovetti viene dal medesimo ambiente di Costa/Viglione e con questa mossa mandate un po’ a monte il lavoro di mesi e di tante persone per presentarvi come qualcosa di veramente nuovo, vi è poi considerazione di banale aritmentica: anche se tutti coloro che al primo turno votarono Magnino o Bovetti ripetessero pedissequi lo stesso gesto, arrivereste sì e no al 43 % con cui difficilmente battereste Viglione. Sicuramente tuttavia perderete voti sia dall’una che dall’altra parte. Meno male che non devo votare a Mondovì, altrimenti farei veramente fatica…
    Con affetto e speranza.

  6. Manuela scrive:

    .. Leggo con un po’ di perplessità della vostra scelta politica per correre al ballottaggio.
    Perché un movimento così nuovo e genuino ha sentito il bisogno di scendere a compromessi?
    Se veramente i programmi dei due candidati erano così simili, perché non si è partiti insieme fin da subito?
    Non è per la speranza di qualche voto in più si rischia di perdere il cuore?

  7. greta scrive:

    Le scuole di Mondovi´ sono senza soldi ,eppure i termosifoni vengono accesi quando c´e il sole e restano spenti sotto zero insomma non c´e un criterio, pero´ i soldi per i recuperi non ci sono mai e le aule cadono a pezzi non sarebbe utile rivedere qualcosa?



Invia un commento

  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top