Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento


Aggiornamento delle attività del Gruppo di Lavoro su “Peccati di Gola”

Posted on gennaio 22, 2016 by MoMo

Il prossimo incontro si terrà una sera della prima settimana di febbraio

Peccati di Gola - L'archivio di Ferrero

Venerdì 15 gennaio si è riunito il Gruppo di Lavoro di MONDOVI’ in MOVIMENTO che sta studiando una proposta alternativa per l’organizzazione della manifestazione eno-gastronomica “Peccati di Gola”.
Pubblichiamo l’articolo del giornalista Marco Turco, uscito questa settimana su “L’Unione Monregalese“, che offre una perfetta sintesi di quanto emerso durante la riunione e qualche importante novità.
Il prossimo incontro del Gruppo di Lavoro si terrà una sera della prima settimana di febbraio.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

*_*_*_*_*_*_*_*

 

Nuove riflessioni su “Peccati di Gola”

Nuova riunione a tema “Peccati di Gola”, in seno al gruppo di “Mondovì in Movimento”.

20/01/2016 di Marco Turco

Nuova riunione a tema “Peccati di Gola”, in seno al gruppo di “Mondovì in Movimento”. Questa volta il lavoro ha cominciato a “fare sul serio”: andando a studiare la storia della manifestazione gastronomica monregalese, anno per anno. A cominciare dagli archivi scrupolosamente tenuti dall’uomo che l’ha creata: Gianni Ferrero, scomparso la scorsa estate. Il quadro che ne emerge è quello di una manifestazione che, dopo una decina di edizioni, di colpo ha cambiato modi e spazi… andando forse a incrinare qualcosa. È davvero così?
«Stando al progetto presentato al Comune – spiega MoMo –, nel 2015 “Peccati di Gola” avrebbe dovuto costare circa 140 mila euro e incassarne circa 65 mila, con un disavanzo di circa 70 mila euro». I numeri parlano di 8 mila ingressi, molto più bassi che quelli passati.

«Gianni sapeva coinvolgere i produttori locali»
Il gruppo di lavoro di MoMo (presieduto da Gabriele Campora) è andato a sviscerare i “diari” di Gianni Ferrero. «Gianni sapeva coinvolgere – dicono –. Mesi prima dell’evento contattava i produttori uno a uno, visitava le loro aziende per vedere quale prodotto gastronomico trattavano e in che modo. Invitava i produttori con la cortesia e l’accortezza di chi ti inviata a un matrimonio. Era lui l’anima della manifestazione. Quando l’organizzazione è passata in mano ad altri, le cose sono cambiate».

Come e perché nacque “Peccati di Gola”?
Prima che nascesse “Peccati di Gola”, a Mondovì esisteva già una “Fiera del tartufo”: si svolgeva a Breo, sotto un tendone, proprio come l’ultima edizione di “Peccati di Gola”. «Gianni decise che questa fiera non andava bene, che non valorizzava i prodotti – spiega MoMo –. Per questo si inventò la kermesse a Piazza nella Cittadella. Incredibilmente, ora siamo… tornati al punto di partenza: l’edizione 2015 è quasi esattamente ciò che Gianni Ferrero non voleva più che si facesse. Nel 1999 l’evento ebbe un successo stratosferico, con 30 mila persone paganti».

Il cambio di location e l’anno “mancato”
L’evento di fine ottobre ebbe numeri alti quasi sempre… fino al 2011. Poi qualcosa si incrinò in concomitanza con l’arrivo di “Celià”: un’idea di per sé geniale, una kermesse gastronomica dedicata ai cibi senza glutine, tema di forte attrattiva in questi tempi. “Celià” arrivò a Mondovì con l’Associazione “Intolleranza Zero” – la stessa squadra che oggi assieme a Fly Eventi organizza il «nuovo» “Peccati di Gola”. Il Comune annunciò di voler rendere “Peccati di Gola” biennale, alternandolo a “Celià”… e così nel 2012 “Peccati di Gola” non si tenne. Ritornò nel 2013 con una nuova organizzazione, un nuova formula e una nuova location (abbandonò la Cittadella e mise gli stand anche a Breo, introducendo il “Gustibus”). Nel 2014, nuovo cambio: “Celià” sparì dal calendario, “Peccati di Gola” restò come l’anno precedente. «Forse è qua che le cose sono cambiate – concludono da MoMo –, quando è sparito il ruolo di chi l’aveva creata, ma nessuno ha raccolto la sua eredità mettendoci il suo impegno e la sua passione. Con Ferrero il produttore si sentiva il protagonista. Oggi si sente… uno a cui vengono chiesti dei soldi».

Il Comune si confronterà coi produttori
Il Comune però non sta con le mani in mano. Anche l’Amministrazione intende muoversi per il futuro di Peccati di Gola: «Abbiamo sempre ritenuto “Peccati di Gola” uno degli eventi più rilevanti nella programmazione delle manifestazioni cittadine – dichiara l’assessore Tealdi –. Per assicurare che mantenga i livelli di eccellenza raggiunti negli anni, sono già state avviate riflessioni finalizzate a rivisitare l’evento. Per questo, nei prossimi giorni, è nostra intenzione, come di consueto, avviare consultazioni e confronti con le diverse realtà locali più significative del settore agroalimentare del nostro territorio. Con il loro contributo si cercherà di individuare un modello organizzativo ottimale che sappia garantire la piena riuscita della manifestazione, che ha come primo obiettivo quello di promuovere una precisa immagine territoriale attraverso i prodotti di eccellenza e quindi diventare volàno di crescita dello sviluppo locale».

Condividi su Facebook
Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks

Invia un commento


  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top