Insieme per una città veramente di tutti

Mondovì in Movimento


Archivio ‘4 – Gruppi di lavoro’


Al via il lavoro delle Commissioni per l’ideazione del programma del Patto Civico 0

Posted on dicembre 06, 2016 by MoMo

Commissioni aperte a chiunque voglia offrire il proprio contributo di idee, di progetti e di proposte, per disegnare insieme la Mondovì dei prossimi anni

paolo-adriano-somsSi è tenuto martedì sera presso i locali della S.O.M.S. di Piazza il primo incontro del gruppo “Patto Civico” dopo l’ufficializzazione del nome del candidato Sindaco alle prossime elezioni comunali di Mondovì, l’avvocato Paolo Adriano.
Obiettivo della serata è stato l’avvio del percorso di confronto sulle principali tematiche che andranno a costruire il programma amministrativo, con la costituzione di cinque Commissioni di lavoro e la raccolta delle disponibilità delle molte persone presenti in sala. Le Commissioni sono state inizialmente ideate raggruppando i temi programmatici per aree di lavoro il più possibile omogenee, così da permettere ad ognuno d’individuare quella, o quelle, di maggior interesse personale. Visto l’alto numero di adesioni, durante i primi incontri si renderà molto probabilmente necessario dividere alcuni gruppi in sottocommissioni più specifiche.

“Non possiamo che ritenerci più che soddisfatti della risposta ottenuta e delle molte disponibilità raccolte per l’avvio dei lavori dei vari gruppi” – afferma il candidato Sindaco Paolo Adriano. “Partire da una base di più di 70 cittadini disposti a dedicare parte del loro tempo a discutere e confrontarsi sul futuro della propria città è sicuramente un ottimo inizio, soprattutto di questi tempi. Mi riempe di gioia veder crescere giorno dopo giorno l’interesse e l’entusiasmo verso questo ambizioso e affascinante progetto che affronteremo con sempre più passione e determinazione.”

Le Commissioni sono aperte a chiunque voglia offrire il proprio contributo di idee, di progetti e di proposte, per disegnare insieme la Mondovì dei prossimi anni. Per informazioni e adesioni è possibile scrivere all’indirizzo e-mail pattocivico.mondovi@gmail.com o contattare i referenti delle varie forze componenti il Patto Civico.
 
p1040030

p1040037
 

Condividi su Facebook

Il Gruppo di Lavoro su “Peccati di Gola” incontra il Sindaco Viglione 0

Posted on febbraio 29, 2016 by MoMo

Offerta piena disponibilità ad una fattiva collaborazione con l’augurio di poter contribuire al processo d’ideazione del prossimo “Peccati di Gola”

Stefano ViglioneNell’ultima riunione del Gruppo di Lavoro impegnato ormai da mesi nello studio di un nuovo format per “Peccati di Gola” si è entrati nella fase d’indagine del progetto, volta a raccogliere pareri, idee e proposte sulla manifestazione enogastronomica, da produttori e visitatori.
Partendo da questionari utilizzati per indagini su eventi similari o, più genericamente, rivolti a fruitori di servizi pubblici di altra natura, è stata abbozzata una traccia degli argomenti e dei quesiti ritenuti più utili per ottenere un riscontro attendibile sul livello di gradimento della manifestazione e per trarre le indicazioni necessarie alla costruzione della proposta finale di riorganizzazione. Considerando di fondamentale importanza il ruolo dei produttori – il cui costante coinvolgimento è stato una delle fortune delle edizioni di maggior successo di “Peccati di Gola” – si è ritenuto di pianificare una serie di visite nelle aziende degli stessi per approfondirne la conoscenza e condividere e affrontare l’argomento con spirito collaborativo. Non meno importante, ma sicuramente molto più impegnativa nei numeri, l’indagine sui visitatori verrà affrontata con appositi questionari, più sintetici e mirati.

Consapevoli del poco tempo a disposizione per poter contribuire già all’edizione 2016 della manifestazione e conoscendo il percorso parallelo avviato dal Comune, si è unanimemente deciso di incontrare al più presto il Sindaco Viglione per presentargli personalmente il progetto e per mettere a disposizione della sua Amministrazione quanto verrà elaborato, in un clima di concreta collaborazione.
All’incontro, che si è tenuto alle ore 17 di martedì 23 febbraio, presso l’ufficio del Sindaco nel Palazzo Comunale, hanno partecipato il Presidente di MONDOVI’ in MOVIMENTO, Gabriele Campora, e le due componenti del Consiglio Direttivo referenti del Gruppo di Lavoro, Erika Chiecchio e Maria Cristina Gasco.

Dopo la presentazione delle attività finora svolte dal movimento e, nello specifico, dai due gruppi di lavoro attualmente attivi, è stata esplicitamente presentata una proposta di collaborazione accompagnata dalla richiesta di poter contribuire al tavolo di lavoro promosso dal Comune. Temi riportati integralmente in una lettera consegnata al Sindaco dal Presidente del movimento.
Viglione ha, da prima, ripercorso la storia di Peccati di Gola nelle sue principali fasi – toccando vari aspetti legati all’identità iniziale della manifestazione e all’evoluzione che la stessa ha avuto a causa del ridursi delle disponibilità finanziarie del Comune – per poi riferire dei confronti già avviati con le associazioni del territorio interessate all’evento che porteranno, a brevissimo, alla presentazione di una nuova proposta organizzativa per l’edizione 2016.
Il Sindaco ha comunque accolto con favore la proposta di collaborazione del Gruppo di Lavoro impegnandosi a condividere il documento per raccogliere eventuali ulteriori contributi, idee e proposte utili alla buona riuscita della manifestazione.
Campora, apprezzando l’apertura del primo cittadino, ha ribadito l’intenzione del Gruppo di Lavoro di voler procedere con l’attività d’indagine attraverso le visite ai produttori – interpellandoli e ascoltandoli con la prospettiva di renderli partecipi e coinvolti come in passato – e di voler condividere questo percorso con l’Amministrazione offrendo il proprio impegno civico a favore di tutta la città. Il Sindaco Viglione ha quindi chiuso l’incontro accettando la disponibilità e rispondendo che questo sarebbe sicuramente un contributo utile alla causa “Peccati di Gola”.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Si entra nella prima fase operativa della Metropolitana Pedonale 0

Posted on febbraio 11, 2016 by MoMo

Prossimo incontro mercoledì 17 febbraio, alle ore 21, in Sala Franco Centro della Stazione FS

MetroI partecipanti all’incontro del 3 febbraio del Gruppo di Lavoro “Sociale, Salute e Cultura”, incentrato sul progetto della “Metropolitana Pedonale”, hanno deciso di suddividersi alcuni compiti da svolgere prima della prossima riunione che è fissata per mercoledì 17 febbraio, alle ore 21.00, presso la Sala Franco Centro della Stazione Fs.

Eccone alcuni:
recuperare mappe cittadine per iniziare ad abbozzare ipotetiche tratte pedonali; svolgere una ricerca circa le antiche vie di collegamento il cui recupero potrebbe beneficiare di specifici finanziamenti a livello europeo; verificare lo stato dell’arte di alcuni progetti comunali, tipo quello relativo ai bastioni di Piazza; informarsi su possibili finanziamenti al progetto e/o partenariati; coinvolgere altre persone e associazioni affinché l’iniziativa raccolga la più ampia partecipazione possibile.

A partire dalla prossima riunione si entrerà quindi nella prima fase operativa del progetto e sarà sempre più utile e importante il contributo di tutti quelli che vorranno in qualche modo collaborare.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Un futuro “Peccati di Gola” senza ticket e con percorsi enogastronomici, culturali e musicali per le vie e piazze del centro storico di Mondovì 0

Posted on febbraio 10, 2016 by MoMo

Soddisfatti per la riunione su “Peccati di Gola” indetta dal Comune con le associazioni del territorio e pronti a collaborare attivamente

Manifestazione PiazzaIl Gruppo di Lavoro di MONDOVÌ in MOVIMENTO sul tema “Peccati di Gola”, riunitosi mercoledì 3 febbraio scorso preso l’Agriturismo Acquadolce di San Biagio, sta proseguendo nella sua analisi approfondita ed interdisciplinare della manifestazione, volta a rispolverare la filosofia e le principali caratteristiche delle primordiali edizioni.
Prendendo atto positivamente della convocazione che il Comune di Mondovì ha rivolto ai principali attori del territorio (Coldiretti, Confartigianato, Istituto Alberghiero, Slow Food, etc.) con l’intento di discutere proprio del futuro di Peccati di Gola e mettendosi a disposizione per una fattiva collaborazione, nell’ultimo incontro ci si è concentrati in particolare sugli eventi più o meno similari che annualmente si svolgono nel territorio cuneese, riscontrando tra le altre cose l’assenza di manifestazioni pensate unicamente come contenitori delle eccellenze di una precisa area geografica – e non quindi come vetrine di un singolo prodotto – e l’analoga mancanza di manifestazioni esclusivamente a pagamento. L’analisi comparativa ha parimenti consentito di scorgere anche la bontà della scelta temporale di Peccati di Gola, lontana in effetti da eventi simili rivolti al medesimo bacino di pubblico.
Le prime unanimi conclusioni del tavolo di lavoro portano nella direzione di una futura manifestazione con accesso completamente gratuito ai visitatori – o, eventualmente, con facoltativi percorsi degustativi e/o culturali a pagamento – e un’allocazione nelle vie e piazze di Breo e Piazza, con eventi musicali e culturali ad affiancare la presentazione e proposta enogastronomica di prodotti locali.
Al fine di meglio intercettare il gradimento e le aspettative dei produttori e dei visitatori, infine, si è deciso di realizzare appositi questionari da sottoporre agli uni e agli altri, utili per ponderare future strategie organizzative e comunicative. In tal senso un nuovo incontro mirato proprio alla creazione dei questionari suddetti e alla modalità di distribuzione degli stessi, verrà organizzato entro il 15/18 febbraio.
Si ricorda che il Gruppo di Lavoro è aperto al contributo di tutti e mette al centro la trasparenza e la condivisione delle informazioni.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Pedo-Metrò di Mondovì – Primo passo: identificazione e mappatura dei percorsi cittadini 0

Posted on febbraio 01, 2016 by MoMo

Il prossimo incontro del Gruppo di Lavoro si terrà mercoledì 3 gennaio, alle ore 21, presso la Sala Franco Centro della Stazione FS di Mondovì

CamminareIl Gruppo di Lavoro di MONDOVI’ in MOVIMENTO “Sociale, Salute e Cultura” ha deciso – nell’incontro tenutosi la scorsa settimana – di dare priorità al progetto della “Metropolitana Pedonale”.
Il progetto prevede la realizzazione di percorsi pedonali sicuri nell’area urbana ed extraurbana al fine di incentivare gli spostamenti a piedi e l’attività motoria dei cittadini, con conseguenti ricadute positive sul piano della salute, dell’inquinamento e della socializzazione. Sulla falsariga dei percorsi delle metropolitane, si prefigge di realizzare “linee” pedonali da indicare per gli spostamenti tra i quartieri in città e per passeggiate e camminate fuori città, sia per gli abitanti che per i turisti. I principali obiettivi sono: riqualificare i percorsi pedonali cittadini; aumentare la fruibilità della città da parte dei turisti; sensibilizzare la cittadinanza all’attività motoria con riduzione del traffico veicolare e conseguente inquinamento; favorire la socializzazione e le opportunità di svago e divertimento.

Il progetto ha come primo passo l’identificazione e mappatura dei possibili percorsi pedonali cittadini contestualmente alla rilevazione delle loro caratteristiche, tempi di percorrenza e criticità.
Si passerà poi alla scelta dei percorsi utili a creare una rete metro-pedonale con tracciati aventi ognuno specifiche caratteristiche: il percorso turistico, quello panoramico, quello più facilmente accessibile ai bambini e agli anziani, etc.
La parte esecutiva del progetto sarà raccolta in un insieme di proposte da presentare all’Amministrazione Comunale e ad altre associazioni di Mondovì in uno spirito di condivisione e collaborazione. Sarà necessario svolgere interventi di pulizia e messa in sicurezza dei tracciati e la realizzazione e installazione in loco di cartelli informativi della pedo-metrò.

Si è infine pensato che inaugurare ogni singola linea della rete pedonale, prevedendo eventi specifici di sensibilizzazione e intrattenimento, potrebbe essere un buon modo per dare visibilità all’iniziativa.

Il Gruppo di Lavoro è aperto al contributo di tutti e si riunirà nuovamente mercoledì 3 febbraio, alle ore 21.00, presso la Sala Franco Centro della Stazione FS di Mondovì.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Aggiornamento delle attività del Gruppo di Lavoro su “Peccati di Gola” 0

Posted on gennaio 22, 2016 by MoMo

Il prossimo incontro si terrà una sera della prima settimana di febbraio

Peccati di Gola - L'archivio di Ferrero

Venerdì 15 gennaio si è riunito il Gruppo di Lavoro di MONDOVI’ in MOVIMENTO che sta studiando una proposta alternativa per l’organizzazione della manifestazione eno-gastronomica “Peccati di Gola”.
Pubblichiamo l’articolo del giornalista Marco Turco, uscito questa settimana su “L’Unione Monregalese“, che offre una perfetta sintesi di quanto emerso durante la riunione e qualche importante novità.
Il prossimo incontro del Gruppo di Lavoro si terrà una sera della prima settimana di febbraio.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

*_*_*_*_*_*_*_*

 

Nuove riflessioni su “Peccati di Gola”

Nuova riunione a tema “Peccati di Gola”, in seno al gruppo di “Mondovì in Movimento”.

20/01/2016 di Marco Turco

Nuova riunione a tema “Peccati di Gola”, in seno al gruppo di “Mondovì in Movimento”. Questa volta il lavoro ha cominciato a “fare sul serio”: andando a studiare la storia della manifestazione gastronomica monregalese, anno per anno. A cominciare dagli archivi scrupolosamente tenuti dall’uomo che l’ha creata: Gianni Ferrero, scomparso la scorsa estate. Il quadro che ne emerge è quello di una manifestazione che, dopo una decina di edizioni, di colpo ha cambiato modi e spazi… andando forse a incrinare qualcosa. È davvero così?
«Stando al progetto presentato al Comune – spiega MoMo –, nel 2015 “Peccati di Gola” avrebbe dovuto costare circa 140 mila euro e incassarne circa 65 mila, con un disavanzo di circa 70 mila euro». I numeri parlano di 8 mila ingressi, molto più bassi che quelli passati.

«Gianni sapeva coinvolgere i produttori locali»
Il gruppo di lavoro di MoMo (presieduto da Gabriele Campora) è andato a sviscerare i “diari” di Gianni Ferrero. «Gianni sapeva coinvolgere – dicono –. Mesi prima dell’evento contattava i produttori uno a uno, visitava le loro aziende per vedere quale prodotto gastronomico trattavano e in che modo. Invitava i produttori con la cortesia e l’accortezza di chi ti inviata a un matrimonio. Era lui l’anima della manifestazione. Quando l’organizzazione è passata in mano ad altri, le cose sono cambiate».

Come e perché nacque “Peccati di Gola”?
Prima che nascesse “Peccati di Gola”, a Mondovì esisteva già una “Fiera del tartufo”: si svolgeva a Breo, sotto un tendone, proprio come l’ultima edizione di “Peccati di Gola”. «Gianni decise che questa fiera non andava bene, che non valorizzava i prodotti – spiega MoMo –. Per questo si inventò la kermesse a Piazza nella Cittadella. Incredibilmente, ora siamo… tornati al punto di partenza: l’edizione 2015 è quasi esattamente ciò che Gianni Ferrero non voleva più che si facesse. Nel 1999 l’evento ebbe un successo stratosferico, con 30 mila persone paganti».

Il cambio di location e l’anno “mancato”
L’evento di fine ottobre ebbe numeri alti quasi sempre… fino al 2011. Poi qualcosa si incrinò in concomitanza con l’arrivo di “Celià”: un’idea di per sé geniale, una kermesse gastronomica dedicata ai cibi senza glutine, tema di forte attrattiva in questi tempi. “Celià” arrivò a Mondovì con l’Associazione “Intolleranza Zero” – la stessa squadra che oggi assieme a Fly Eventi organizza il «nuovo» “Peccati di Gola”. Il Comune annunciò di voler rendere “Peccati di Gola” biennale, alternandolo a “Celià”… e così nel 2012 “Peccati di Gola” non si tenne. Ritornò nel 2013 con una nuova organizzazione, un nuova formula e una nuova location (abbandonò la Cittadella e mise gli stand anche a Breo, introducendo il “Gustibus”). Nel 2014, nuovo cambio: “Celià” sparì dal calendario, “Peccati di Gola” restò come l’anno precedente. «Forse è qua che le cose sono cambiate – concludono da MoMo –, quando è sparito il ruolo di chi l’aveva creata, ma nessuno ha raccolto la sua eredità mettendoci il suo impegno e la sua passione. Con Ferrero il produttore si sentiva il protagonista. Oggi si sente… uno a cui vengono chiesti dei soldi».

Il Comune si confronterà coi produttori
Il Comune però non sta con le mani in mano. Anche l’Amministrazione intende muoversi per il futuro di Peccati di Gola: «Abbiamo sempre ritenuto “Peccati di Gola” uno degli eventi più rilevanti nella programmazione delle manifestazioni cittadine – dichiara l’assessore Tealdi –. Per assicurare che mantenga i livelli di eccellenza raggiunti negli anni, sono già state avviate riflessioni finalizzate a rivisitare l’evento. Per questo, nei prossimi giorni, è nostra intenzione, come di consueto, avviare consultazioni e confronti con le diverse realtà locali più significative del settore agroalimentare del nostro territorio. Con il loro contributo si cercherà di individuare un modello organizzativo ottimale che sappia garantire la piena riuscita della manifestazione, che ha come primo obiettivo quello di promuovere una precisa immagine territoriale attraverso i prodotti di eccellenza e quindi diventare volàno di crescita dello sviluppo locale».

Condividi su Facebook

La “rete delle associazioni” e una “metropolitana pedonale” 0

Posted on gennaio 20, 2016 by MoMo

Questi i progetti sui quali, mercoledì 20 gennaio, partirà l’attività del Gruppo di Lavoro “Sociale, Salute e Cultura” di MONDOVI’ in MOVIMENTO

Pedo MetròLa sera dell’11 gennaio si è svolto il primo partecipato confronto del Gruppo di Lavoro promosso da MONDOVI’ in MOVIMENTO su “Sociale, Salute e Cultura“, volto ad individuare gli argomenti d’interesse per la definizione di un progetto con finalità e obiettivi ben precisi. Dopo un lungo dibattito, in cui sono stati toccati alcuni temi generali e altri direttamente collegati alle attività del Comune e a quelle di cittadini e associazioni monregalesi impegnati in ambito culturale e sociale, sono emersi due “filoni” su cui sviluppare i lavori del gruppo.

1- La rete delle associazioni. Esiste la necessità di coordinare e sostenere la ricca galassia di gruppi attivi in città, sia nel sociale che in ambito culturale. L’obiettivo è quindi quello di costruire una proposta fruibile dall’amministrazione comunale per garantire loro maggiori assistenza e supporto istituzionale, anche attraverso l’ideazione di uno specifico “sportello” a cui rivolgersi per organizzare al meglio le varie iniziative ed attività, come eventi e manifestazioni. Uno sportello che aiuti concretamente chi si dà da fare per la città semplificando gli aspetti burocratici e affiancando gli organizzatori nella scelta degli spazi e delle date migliori per ogni singolo evento, nella gestione della sicurezza, nella ricerca di fondi,etc. Un servizio di coordinamento tra le varie associazioni locali che permetterebbe di rendere più efficiente ed efficace l’offerta culturale e associativa di Mondovì.
Questo progetto sarà sviluppato in tre step:
1) Elaborazione della proposta in ogni suo aspetto.
2) Presentazione della stessa ai rappresentanti delle varie associazioni per vagliarne il parere.
3) Organizzazione di una serata di presentazione con un testimonial, ovvero un incontro pubblico con chi ha già realizzato altrove una simile iniziativa.

2- Stili di vita. Ovvero la salute e il benessere che vanno a braccetto con la riappropriazione della città. Le idee da sviluppare sono l’ideazione di una metropolitana pedonale, ovvero una mappa con i tempi di percorrenza a piedi di vari itinerari cittadini. In questo contesto si provvederebbe alla riqualificazione di sentieri urbani che potrebbero essere puliti e resi accessibili in collaborazione con profughi, Protezione Civile, Alpini, Associazione Borgato, etc. e con l’installazione di cartelli e cartine alle “fermate” della pedometrò. Parallelamente si segnalerebbero gli eventuali problemi e criticità riscontrati cercando, se possibile, di risolverli.
Durante la serata è stata anche proposta l’organizzazione di un spettacolo di teatro sociale.

Il prossimo incontro si terrà il 20 gennaio, alle ore 21.00, nella sala Franco Centro della Stazione FS di Mondovì e, come gli altri Gruppi di Lavoro di MONDOVI’ in MOVIMENTO, sarà aperto a tutti i cittadini monregalesi.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Al via il lavoro di indagine e analisi su “Peccati di Gola” 0

Posted on gennaio 13, 2016 by MoMo

Venerdì 15 gennaio secondo incontro, aperto a tutti, in “Saletta Pozzo” del Bar Antico Borgo a Piazza

Peccati di Gola ingressoIl primo incontro del Gruppo di Lavoro che si occuperà di elaborare una nuova proposta sulla manifestazione enogastronomica monregalese “Peccati di Gola” ha visto la partecipazione di un gruppo variegato di persone disponibili a collaborare, in un clima positivo di condivisione e fiducia, per costruire proposte concrete da offrire alla propria città.

Nella prossima riunione, che si terrà venerdì 15 gennaio, alle ore 21.00, presso la Saletta Andrea Pozzo del Bar “Antico Borgo” a Mondovì Piazza, si entrerà nel dettaglio degli aspetti organizzativi del tavolo di lavoro definendo e affidando obiettivi chiari e specifici. Nel precedente incontro è stato infatti elaborato un breve crono-programma delle prime fasi di analisi della manifestazione con tutti i punti che dovranno essere approfonditi con ricerche, studi, confronti e interviste:
– la storia della manifestazione – dalle sue origini alle ultime edizioni – cercando di riscoprire lo spirito iniziale e come esso si è trasformato nel tempo;
– le varie location, le diverse organizzazioni, i risultati ottenuti, i costi sostenuti, etc.;
– il confronto con i risultati ottenuti nel tempo da simili manifestazioni limitrofe o da eventi di notevole successo che si svolgono anche più distanti da noi;
– la raccolta di valutazioni, giudizi, critiche, apprezzamenti sulle ultime edizioni da chi vi ha partecipato; da chi non è stato invece coinvolto o non ha voluto prendervi parte per scelta; dai cittadini visitatori e non; da associazioni e scuole, …
In questo importante lavoro di coinvolgimento e condivisione – che verrà portato avanti con diversi metodi (interviste dirette, social network, web, questionari on-line o da presentare nei gazebo del sabato mattina,…) – si acquisiranno anche proposte, idee, stimoli e suggerimenti per il futuro e le disponibilità da parte di chi vorrà essere in qualche modo coinvolto in una rinnovata edizione della manifestazione.

La partecipazione ai lavori è aperta a chiunque voglia contribuire con idee, proposte e collaborazione, mettendo a disposizione un po’ del proprio tempo libero.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Una proposta alternativa per “Peccati di Gola” 0

Posted on dicembre 24, 2015 by MoMo

Il Gruppo di Lavoro, aperto a tutti, si riunirà lunedì 28 dicembre, alle ore 21, presso la Sala Franco Centro della Stazione di Mondovì

peccati-di-gola-bigNell’ultima riunione del Consiglio Direttivo di MONDOVI’ in MOVIMENTO si è deciso di caldeggiare la proposta emersa durante la passata Assemblea pubblica del movimento: impegnare fin da subito i nascenti Gruppi di Lavoro su progetti ben precisi e definiti che possano portare a risultati tangibili e concreti nel giro di pochi mesi.

Il primo gruppo, che si occuperà delle tematiche legate allo sviluppo del territorio, ai prodotti tipici e al turismo, è già nato e si pone un preciso e ambizioso obiettivo: elaborare una proposta su un possibile modello organizzativo, alternativo all’attuale, della manifestazione enogastronomica monregalese “Peccati di Gola”. Si parte dalla raccolta di giudizi, consigli e proposte di chi da sempre è protagonista dell’evento ma si ascolteranno anche tutti quei monregalesi che vorranno contribuire a un’analisi concreta per verificare punti di forza e di debolezza della manifestazione, per arrivare poi all’elaborazione di un nuovo progetto organizzativo coinvolgendo gli enti, le associazioni e le scuole disponibili a collaborare.
Come è noto i Gruppi di Lavoro sono aperti a tutti coloro che vogliono dare il proprio contributo, anche piccolo. Seguendo la filosofia del movimento lavorano in pieno spirito di confronto e condivisione, promuovendo sempre la massima partecipazione alle decisioni prese.

Un secondo gruppo è pronto a partire, legato ai temi dell’ambiente, urbanistica e lavori pubblici. Si focalizzerà innanzi tutto sulla revisione del Piano Regolatore del Comune di Mondovì. Verranno seguite attentamente tutte le fasi dell’iter che porterà alla nascita del nuovo strumento urbanistico, con un approccio propositivo, mirato a contribuire a una discussione che si preannuncia complessa e delicata.
 
MONDOVI’ in MOVIMENTO
 

Condividi su Facebook

Riparte l’attività dei Gruppi di Lavoro di MONDOVI’ in MOVIMENTO 0

Posted on dicembre 04, 2015 by MoMo

Martedì scorso si è tenuta un’assemblea partecipata e costruttiva.  Mercoledì 16 dicembre aperitivo di fine anno aperto a tutti gli iscritti e simpatizzanti del movimento.

Assemblea 01.12.15

Affollata assemblea di MONDOVI’ in MOVIMENTO martedì scorso!
Una bella serata, caratterizzata da un confronto aperto e costruttivo con tante idee da raccogliere e ordinare, dove la passione è trasparsa evidente dai volti e dalle voci dei partecipanti, con la presenza di molte new entry che, per la prima volta, hanno accettato l’invito a partecipare alla riunione di un movimento che vuol esser sempre più a disposizione veramente di tutti.
Nel corso della serata è stato riaffermato il messaggio della piena natura civica del movimento, del suo essere una realtà autonoma ed indipendente che si propone ai cittadini monregalesi come luogo di confronto, analisi e proposta su temi e questioni riguardanti la città di Mondovì ed il suo territorio.
Si è discusso in modo approfondito dei Gruppi di Lavoro, le cui attività partiranno a breve e che sono aperti a tutti i cittadini monregalesi che vogliono dare il loro contributo, anche piccolo e saltuario, segnalando la propria disponibilità all’indirizzo info@mondovinmovimento.it.
I temi dei tavoli d lavoro sono ampi e interconnessi tra loro:
• Urbanistica , Ambiente e Lavori Pubblici
• Cultura, Sanità, Sociale, Integrazione
• Lavoro, Commercio, Artigianato
• Agricoltura, Sviluppo del territorio, Prodotti tipici, Turismo

Molte le idee e proposte emerse nel corso del dibattito, in un collettivo brain storming, che il Direttivo si è impegnato a elaborare nei giorni a venire, per poter avanzare proposte esecutive durante la prossima riunione del movimento. Uno degli spunti più apprezzati è stato sicuramente quello di organizzare gruppi territoriali che vadano a farsi interpreti e promotori degli interessi dei cittadini dei principali rioni di Mondovì, affiancando i gruppi di lavoro tematici impegnati nei tavoli di approfondimento.
Iscritti e simpatizzanti di MONDOVI’ in MOVIMENTO sono invitati all’Aperitivo di fine anno che si terrà mercoledì 16 dicembre, alle ore 18.30, presso il Bar del Corso di fronte al Comune di Mondovì. Gradita conferma al suindicato indirizzo di posta elettronica.

 

 

Condividi su Facebook

Gabriele Campora eletto Presidente di MONDOVI’ in MOVIMENTO 0

Posted on novembre 11, 2015 by MoMo

In squadra con Michele Odenato (Segretario) e Maria Cristina Gasco (Tesoriere)

1 - Gabriele Campora

Gabriele Campora

Lunedì sera si è riunito il nuovo Consiglio Direttivo di MONDOVI’ in MOVIMENTO, in carica dallo scorso 6 novembre, che nella sua prima riunione ha eletto tra i suoi componenti Gabriele Campora nel ruolo di Presidente.
A Michele Odenato spetta invece l’incarico di Segretario del movimento, mentre a Maria Cristina Gasco quello di Tesoriere.
Con gli altri due Consiglieri – Erika Chiecchio e Claudio Boasso – si occuperanno di guidare e gestire il movimento civico monregalese per i prossimi tre anni e quindi anche attraverso le elezioni amministrative del 2017 per la scelta del nuovo Sindaco di Mondovì.

Tra i primi provvedimenti, il rilancio dei “Gruppi di Lavoro”. E’ stato deciso di riprendere il lavoro dei gruppi tematici, molto attivi prima della scorsa tornata elettorale. Quattro tavoli aperti a chiunque voglia dare il proprio contributo ed incentrati sui seguenti argomenti:
o Urbanistica, Ambiente e Lavori Pubblici
o Cultura, Sanità, Sociale, Integrazione
o Lavoro, Commercio, Artigianato
o Agricoltura, Sviluppo del Territorio, Prodotti Tipici, Turismo

Ogni Gruppo di Lavoro avrà il compito di approfondire i propri temi in relazione al contesto della città di Mondovì con lo scopo di dar vita ad un’iniziativa pubblica di presentazione dei risultati per la primavera 2016. Per partecipare all’attività dei Gruppi di Lavoro è sufficiente segnalare la propria disponibilità all’indirizzo mail info@mondovinmovimento.it o prendere parte alla prossima Assemblea pubblica del movimento.
Si è inoltre deciso di organizzare una serie di incontri del Consiglio Direttivo con le principali associazioni di categoria economiche e sociali e con i soggetti politici del panorama monregalese, nell’ottica di un percorso di avvicinamento alle Elezioni amministrative del 2017.

Il Consiglio Direttivo ha infine stabilito di convocare la prossima Assemblea pubblica di MONDOVI’ in MOVIMENTO per lunedì 30 novembre, aperta a chiunque voglia dare il suo prezioso contributo.

 

Condividi su Facebook

Il Primo Maggio 2015 di MONDOVI’ in MOVIMENTO 0

Posted on maggio 06, 2015 by MoMo

Lavorare insieme… si può!

03 Primo MaggioIl “Lavoro 2.0”, messo al centro dell’attenzione del Primo Maggio di quest’anno da MONDOVI’ in MOVIMENTO – sinonimo di lavoro dei nuovi tempi, un po’ rilievo delle nuove tendenze, un po’ speranza e progetto – è un lavoro dai forti connotati etici: un lavoro che guarda all’ambiente, percorre le strade della cooperazione e della solidarietà, che coglie opportunità e si organizza per mettere insieme capacità e conoscenze. E’ un lavoro “local”: che trova risorse – per lo più di bellezza e di biodiversità – sul territorio e si ingegna per utilizzarle secondo il principio della condivisione.
Un Primo Maggio diverso, insomma, quest’anno: una festa in musica (e fin qui nulla di nuovo) preceduta però da un lungo pomeriggio presso il teatro Bertola, in cui far convenire chi potesse portare esperienze di un “lavoro 2.0” sbocciate nel nostro bel Basso Piemonte.

In un intenso Primo Atto, Cesare Morandini ha moderato una tavola rotonda su cinque esperienze di grande interesse. Il sindaco di Lisio, Marco Lombardi, e il vicesindaco di Viola Danilo Donetta – entrambi giovanissimi – hanno spiegato come possano due minuscoli comuni arroccati in quelle che un tempo venivano chiamate “terre marginali” mettere insieme le proprie energie per organizzare percorsi didattici e culturali centrati sulle bellezze artistiche e storiche, e così raccogliere finanziamenti europei. L’esperto in comunicazione Gabriele Gallo e il fotografo Simone Mondino hanno raccontato di come le diverse competenze professionali abbiano portato al progetto “Aups” (“Alpi” nei dialetti provenzali) per la valorizzazione delle nostre montagne, candidate all’Unesco come Patrimonio dell’Umanità.

05 Primo Maggio

Fabio Palladino da Dogliani ha raccontato come sia nato il progetto Terre Originali, con la collaborazione del Comizio Agrario di Mondovì: cascine non più attive, o terre non più coltivate che trovano giovani agricoltori provvisti di buone idee che se ne occupano, il tutto grazie ad una rete di relazioni e di sostegno. Idea ed energie già messe in campo da tempo da parte di Andrea Giaccardi (orto del Pian Bosco di Salmour), che indica la strada: agricoltura biologica, accorciamento della filiera con la vendita diretta, coinvolgimento delle persone nel consumo intelligente (ad esempio con i Gruppi di Acquisto Solidale), attività correlate. Davide Gasco spiega il ruolo del Comizio Agrario di Mondovì come centro di raccolta e smistamento di esigenze e risorse, punto di informazione e formazione.

Il lavoro diventa “2.0”, si diceva, con la condivisione. E’ questo il punto saliente dell’esperienza, fiorita attorno al Movimento dei Focolari, dell’AIPEC (Associazione Italiana Imprenditori Per un’Economia di Comunione). Il referente regionale, il monregalese Mauro Ventura, ne ha spiegato le basi, nel superamento dell’economia di tipo contrattuale, verso lo scambio come “incontro” vero tra persone, piccolo tassello iniziale per una società nuova ed unita. Livio Bertola, presidente nazionale, ha raccontato la storia della propria fabbrica in Bra, una sorta di famiglia “larga” dove i tradizionali rapporti tra proprietà e dipendenti paiono superati: nelle slides proiettate compaiono sorrisi, lunghe tavolate conviviali, un lavoro condiviso che motiva tutti, nel calore umano e nella solidarietà reciproca. Fabrizio Clerico, infine, presidente provinciale di Federsolidarietà (che raccoglie più di 70 cooperative sociali), ha parlato della cooperativa Proteo (impegnata nel lavoro ambientale), di cui è presidente. Dalle sue parole è emerso chiaro come il lavoro 2.0 sia anche quello che promuove la condizione lavorativa di persone che altrimenti sarebbero semplicemente assistite, o magari messe ai margini della società: il lavoro può davvero essere un grande veicolo di inclusione.

06 Primo MaggioIl Secondo Atto del convegno ha presentato le testimonianze di tre esperienze legate al lavoro inteso non come impiego presso le istituzioni o le aziende ma come possibilità più larghe di preparare il giovane ad orientarsi e scegliere la prima, con i Wwoof: acronimo anglosassone che significa “Opportunità del mondo intero nelle fattorie biologiche”. Mario Gala di Murazzano ha raccontato 10 anni di gestione della sua azienda casearia con i ragazzi che da diverse parti dell’Europa e del mondo arrivano in frazione Bruni per imparare ad allevare ovini e caprini e fare un formaggio tipico. In questa visione di scambio tra tempo e saperi, i giovani e non, di ogni stato, possono frequentare una fattoria selezionata e controllata da verifiche annuali dal Wwoof stesso. In cambio di vitto e alloggio apprendono le attività che caratterizzano la fattoria, dall’allevamento degli animali, alla produzione di formaggi tipici, alla coltivazione di orti biologici e trasformazione degli alimenti, alla coltivazione di prodotti tipici di quella terra. Anche la relazione di Silvia Manfredi ha portato l’attenzione su come l’aspetto di comunione e aggregazione sia uno strumento indispensabile per evitare la solitudine e la frammentazione che caratterizza il mondo del lavoro: lo YEPP che esiste in tutta Europa, favorisce l’aggregazione tra i giovani, collabora con le istituzioni pubbliche e il terzo settore, divenendo protagonista di progetti che sfociano poi in lavori scelti e pensati dagli stessi cittadini che conoscono il loro territorio. A conclusione l’ esperienza di Paolo Canavese, presentata da Attilio Ianniello, sul recupero di un antica razza bovina piemontese, destinata a sparire, raccontata in un libro “Quando i piemontesi preferivano le “bionde”…..”
I due Atti della tavola rotonda del 1° maggio e i vissuti raccontati hanno portato la nostra attenzione su un mondo vicino, così vicino da diventare ovvio e invisibile, spesso riscoperto grazie a chi arriva da lontano e col suo interesse ci induce a riscoprirlo, nella sua bellezza paesaggistica, nel suo valore artistico, nella sua forte potenzialità lavorativa.

07 Primo MaggioAnche il Terzo Atto ha riscontrato un notevole successo di pubblico. Molti infatti i giovani che hanno applaudito le quattro band presenti alla serata. I Norfolks, Niro, i 18 dicembre ed infine La teiera di Russel hanno dato vita ad una serata brillante dove si percepiva un vero affiatamento tra artisti e pubblico. Musica dal vivo con brani scritti ed interpretati da giovani monregalesi di talento che ci hanno regalato tre ore di energia e positività.
Agli organizzatori non resta che ringraziarli, insieme al trio “Quarantadue” ( Ilaria Ottonello, Paolo Rolfi e Greta Urani) che hanno fatto da contrappunto agli interventi della Tavola rotonda.
Grazie anche a tutti i relatori, per il loro contributo di idee ed esperienze, all’assessore Schellino per la sua partecipazione, a Davide Masera, segretario generale CGIL della provincia di Cuneo e Massimiliano Campana, segretario generale CISL della provincia di Cuneo per la loro presenza e sostegno all’iniziativa.
Un ringraziamento ancora al C.R.B. ACLI del Borgato nelle persone del presidente Carlo Taricco, Angelo Rossetti, Luciano Turco, Beppe Pagliano, Renato Dadone, i gestori Manuela e Marco Ravotto, per il patrocinio e per l’utilizzo delle loro strutture ed alla Parrocchia del Borgato per utilizzo del Cinema Teatro “Dino Bertola”.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

Concert1no del Primo Maggio: esperienza sicuramente da ripetere! 0

Posted on maggio 07, 2014 by MoMo

LITIO

Le emozioni vengono trattenute per minuti, ore, giorni, settimane; si stratificano l’una sull’altra, in attesa dell’evento culminante: la quiete che aleggia prima di una tempesta.
L’immagine del mattino del primo maggio: una piazza Ellero vuota, un voluminoso palco sotto l’ala mercatale e ben poco altro. Nell’arco di poche ore lo spazio si riempie di persone, di grida di festa, di echi di bambini, di pensieri e di suoni, fino a notte fonda. E poi, allo scoccare della mezzanotte, come in un sogno, l’immagine torna quella del mattino.

Si è chiusa con tanti sorrisi, affaticati forse, ma pieni di soddisfazione la carrellata del “Concert1no del Primo Maggio” organizzata da MONDOVI’ in MOVIMENTO con il patrocinio dei sindacati CGIL, CISL e UIL e del Comune di Mondovì. Il bilancio di questa prima edizione è senza dubbio più che positivo: il bel tempo ha aiutato a richiamare le persone, specie nella prima parte della kermesse quando le famiglie, dopo le scampagnate fuori porta o le grigliate a casa, sono uscite per sgranchirsi le gambe.
Lo staff della Pro Loco delle Frazioni ha cominciato molto presto a somministrare panini e bevande in fondo all’ala mercatale, quando la voce di Marlen Pizzo ancora lanciava le prime band sul palco. A scaldare l’atmosfera ci hanno pensato i giovani From Hell To Breakfast prima e The Ezeflock dopo, band locali di studenti di scuole superiori che nonostante la giovane età hanno saputo mettere in mostra grandi qualità. Se il buon giorno si vede dal mattino ne vedremo sicuramente delle belle. A seguire, i più piccini hanno potuto ammirare prima, e confrontarsi in modo diretto poi, il gioco e le arti della giocoleria dell’Albero del Macramé.

ASTROLABIO

La fase della giornata dedicata ai temi sociali ha avuto il momento di maggiore scambio di idee nell’intervento di Mario Gala, riconosciuto allevatore di Murazzano che, nella sua azienda agricola Il Finocchio Verde, promuove lo sviluppo della cultura agricola e rurale attraverso il sistema di scambio di conoscenza del wwoof. La musica cantautorale di Lizziweil prima, lo spazio teatrale con l’associazione Astrolabio poi, il rock and roll sagace e scanzonato dei Litio e la conclusione con il breve reading di Jacopo Ramonda in presentazione del suo libro di prose brevi “Una Lughissima Rincorsa”, hanno segnato una fase della giornata in cui si è cercato di dare spazio alla parola ed allo sviluppo del pensiero.
Le cover degli Ammaccabanane hanno chiuso idealmente il pomeriggio pronti per lanciare la manifestazione verso la serata, fase clou, aperta magistralmente dal suono intenso e potente dei Deadman’s Miracle, che hanno letteralmente catturato il pubblico con il loro rock stoner fatto di cuore ed energia. Il suono dei Kippi’s è sceso lungo un’ideale direttrice Mondovì-Torino da Savigliano, con le luci della sera, un suono caldo e profondo pronto a spiccare il volo verso gli States (dove la band si dirigerà in tour in estate).

AMMACCABANANE

Nonostante il tempo poco propizio, a causa della presenza di una fredda brezza, la temperatura sotto l’ala mercatale di Piazza Ellero è poco per volta aumentata: ci hanno pensato i bravi danzatori di breakdance guidati dal giovane monregalese Mini e supportati dall’assistenza musicale di Jailrock e dal rap “made MondoVIP” a creare il momento di maggiore coinvolgimento della piazza, perfetto trampolino di lancio per gli ultimi due live degli oscuri e affascinanti Deb e I Mostri e delle Officine Le Falci, che hanno chiuso in bellezza, con un sound tutto all’insegna della sperimentazione, la manifestazione.

Ed è così calato il sipario su di una giornata fatta di pensieri seri e di sorrisi, di fatica e gioia, di musica e parole. Abbassate prima e spente poi le luci, nel silenzio della piazza ancora uno strano rumore, lieve, in sottofondo: come un ronzio di una mosca che ha ancora voglia di girare per le strade di Mondovì e di non abbandonare all’estemporaneità di un momento una manifestazione come quella appena trascorsa del Concert1no del Primo Maggio.

Condividi su Facebook

“Pietre Resistenti” 0

Posted on marzo 20, 2014 by MoMo

Si avvicinano le celebrazioni per il 25 Aprile, Anniversario della Liberazione dall’occupazione tedesca e dalla dittatura fascista. Un evento che ha costruito la nostra libertà, che è stato la base per il vivere democratico che tutti condividiamo. Una scelta consapevole di donne e uomini, portata avanti spesso nella sofferenza e nella morte. Sofferenza e morte che li hanno accomunati ai tanti nostri semplici concittadini, vittime della violenza e del sopruso di quegli anni terribili.
Non si tratta di miti creati ad arte, di una qualche retorica civile o peggio, ideologica. Lo testimoniano semplici pietre, deposte nel dopoguerra da mani grate e affettuose sui luoghi di Mondovì dove queste persone hanno versato il loro sangue in quegli anni. Sulle pietre ci sono nomi, date e talvolta le fotografie dei loro volti. Non sono abbandonate all’incuria: parenti, amici, e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia si sono sempre occupati di fare manutenzione e portare un fiore, in occasione del Venticinque Aprile.

Quest’anno, con l’esperienza del progetto “Marmi Monregalesi” – il restauro a costo zero delle targhe delle vie cittadine che si svolge dal 2013 – MONDOVI’ in MOVIMENTO intende contribuire all’annuale rinnovo della memoria della Liberazione. Le intenzioni sono le stesse: dare un segno di cura “dal basso” per il decoro e la memoria storica della nostra città.
Con il patrocinio dell’ANPI di Mondovì il Movimento si è impegnato a ripulire e restaurare alcune di tali Pietre Resistenti (questo il nome dell’iniziativa) in vista delle celebrazioni. Sono le testimonianze di altrettanti dolorosi fatti di sangue, di cui non vogliamo si perda la memoria: sicuramente in via Rosa Bianca ed in piazza D’Armi e, se le condizioni attuali delle pietre ne permetteranno un restauro accettabile, anche in piazza Maggiore e presso l’ex campo d’aviazione nell’area industriale.
MONDOVI’ in MOVIMENTO
inoltre parteciperà, insieme al Comune di Mondovì e all’ANPI, al “giro dei cippi” , che si terrà giovedì 24 aprile alle 9,30 (partenza davanti al Municipio) per deporre fiori davanti ai piccoli monumenti.

L’infaticabile “braccio” di MONDOVI’ in MOVIMENTO, Marco Roascio, ha già provveduto a ripulire il cippo di piazza d’Armi, di cui vediamo nelle foto il “prima” e il “dopo”.  Il cippo è all’ombra degli alberi, in faccia al cantiere del Polo scolastico. Racconta una storia.
Sabato 28 aprile 1945, dopo le quattro del pomeriggio, i partigiani della Val Maudagna comandati da Giovanni Raineri incalzavano i tedeschi tra la Polveriera e i bastioni della Cittadella di Piazza. Colpi di mitra, rumori di passi affrettati, ordini gridati in tedesco e in piemontese. Cade un ragazzo di diciassette anni, Luca Eula, col fazzoletto degli Autonomi. Crolla Enrico Baudino, con un colpo in fronte, si accascia Tommaso Tomatis, proprio dietro il bastione della Cittadella. Hans Wike, disertore tedesco unitosi ai partigiani, viene ferito e inseguito dai suoi ex commilitoni, che lo finiscono a colpi di baionetta. Alle sei di sera i tedeschi rabbiosi entrano nelle case, non guardano in faccia a nessuno e sparano. A porta di Vico freddano due civili, Luigi Mamino e Stefano Barberis, gettano una bomba a mano nella bottega del barbiere Domenico Badino, dilaniandolo. In piazza Maggiore colpiscono Anna Bonino in casa sua, scesi a porta di Vasco sparano a Luigi Bertone e Luigi Prinetti.
Costò anche il loro sangue la nostra libertà: la nostra città abbia sempre memoria delle loro vite, e cura per quella libertà che ebbero così cara.

MONDOVI’ in MOVIMENTO

 

Condividi su Facebook

I Consiglieri di MONDOVI’ in MOVIMENTO devolvono i loro gettoni di presenza al movimento affinché finanzi iniziative in campo sociale 0

Posted on gennaio 21, 2013 by MoMo

Paolo Magnino, Giovanni Gambera e Stefano Tarolli - Consiglieri comunali di MONDOVI' in MOVIMENTO

Lo scorso settembre l’Assemblea del movimento civico monregalese “MONDOVI’ in MOVIMENTO” aveva chiesto ai suoi rappresentanti in Municipio di rinunciare al gettone di presenza per la partecipazione alle sedute del Consiglio comunale e delle Commissioni consiliari. Un gesto simbolico di solidarietà e un modo d’intendere la politica come puro impegno civico, senza retribuzione alcuna, in un periodo di grave crisi economica e occupazionale.

I tre Consiglieri – Paolo Magnino, Giovanni Gambera e Stefano Tarolli – rendono ora noto che “devolveranno l’intero ammontare dei gettoni di presenza di loro spettanza, per la partecipazione ai Consigli Comunali ed alle Commissioni Consiliari Permanenti, direttamente a “MONDOVI’ in MOVIMENTO perché lo stesso finanzi progetti o iniziative di cui il movimento stesso intenda essere promotore in campo sociale”.
Deciderà quindi l’Assemblea del movimento quale sarà la destinazione migliore, in modo che abbia ricadute positive sulle fasce sociali più colpite dalla crisi nel Monregalese.
“E’ allo studio del nostro Gruppo di Lavoro che si occupa del monitoraggio della situazione occupazionale del Monregalese” –
riferisce il Presidente del movimento, Cesare Morandini “la realizzazione di una Borsa Lavoro: un aiuto sociale per chi è in difficoltà a causa della crisi economica, un sostegno economico ad un lavoratore disoccupato in cambio di una prestazione lavorativa. Potremmo usare il peraltro magro gettone di presenza per alimentarla in parte. E’ una goccia nel mare, ma nessuna goccia deve andare sprecata, di questi tempi”.

Condividi su Facebook
  • Resoconto della raccolta fondi per il progetto "Borse Lavoro"



    MONDOVI' in MOVIMENTO verso...

    una Mondovì con più verde e meno supermercati, che tuteli il paesaggio e lo difenda da inutili cementificazioni e da uno sviluppo irrazionale

    una Mondovì capace di costruire opportunità di lavoro per tutti ed in particolare per le nuove generazioni

    una Mondovì che tuteli tutte le attività artigianali, commerciali, agricole e agroalimentari con particolare attenzione alle tipicità locali

    una Mondovì che scommetta sui giovani e sul loro entusiasmo, che li sappia coinvolgere attivamente nella vita cittadina e favorisca la nascita e lo sviluppo di associazioni, luoghi di aggregazione e di discussione

    una Mondovì che consideri prioritario il tema della scuola e che sostenga il mondo dello sport ad ogni livello

    una Mondovì che sappia valorizzare il suo patrimonio storico e culturale e la sua originale produzione artistica e letteraria

    una Mondovì che promuova la salute dei propri cittadini ed in particolare che sappia offrire un’assistenza adeguata alle persone anziane

    una Mondovì attenta ai bisogni delle persone, unita e solidale, dove chiunque possa sentirsi a casa

    una Mondovì capace di assumere un ruolo di riferimento per lo sviluppo di tutto il territorio monregalese

    una Mondovì nel mondo, attenta ai cambiamenti che avvengono nella società, al suo interno e al suo esterno, e che sappia esserne protagonista


    MONDOVI' in MOVIMENTO aderisce al FORUM nazionale



    Stats: 260 Posts, 61 Comments

  • Articoli recenti

  • Archivio



↑ Top